Destagionalizzazione, anche il calendario 2017 dice sì

Tanti i ponti per weekend lunghi. Confcommercio: “Puntiamo sul wellness”

Il video

Condividi
Destagionalizzare, nel 2017 si può

Destagionalizzare si può, o almeno si potrebbe. Se ne parla da tempo e mai come quest’anno l’allungamento della stagione turistica dovrebbe concretizzarsi davvero all’Isola d’Elba. Le premesse infatti, guardando il calendario 2017, ci sarebbero tutte perché quello appena trascorso dell’Epifania è solo il primo dei lunghi ponti di questo nuovo anno, favorevoli per vacanze fuori stagione, lontane quindi dal periodo prettamente estivo.

La stagione turistica all’isola solitamente comincia con la Pasqua che quest’anno sarà il 16 aprile. Subito dopo il 25 aprile , che nel 2017 cade di martedì e che quindi rappresenta un ulteriore banco di prova a cui farsi trovare decisamente preparati ad accogliere i flussi turistici che approfittano della pausa per organizzare una piccola vacanza. Anche la festa dei lavoratori, il primo maggio, cadendo di lunedì offre un'altra occasione per un weekend lungo da trascorrere all’isola. Bene anche il 2 giugno. La festa della Repubblica infatti si celebra di venerdì e anche Ferragosto, venendo di martedì, potrebbe invogliare alla partenza tutti quelli che non sono ancora in ferie. Ma veniamo all’autunno, che si preannuncia altrettanto allettante per staccare la spina dalla routine delle città con viaggi e vacanze brevi. Il primo novembre è un mercoledì mentre l’8 dicembre, festa dell’Immacolata è un venerdì. Ultimo ponte dell’anno poi sarà quello natalizio con il giorno di Natale e Santo Stefano segnati in rosso sul calendario di lunedì e martedì.

All’Elba da anni sono principalmente le manifestazioni sportive a puntare su periodi di bassa stagione per scuotere l’economia dell’isola. Nuove proposte alla gestione associata della promozione turistica sono arrivate dalle categorie economiche, come ci ha spiegato Franca Rosso, presidente di Confcommercio. “Credo che dobbiamo ripensare allo sviluppo della nostra isola. Non possiamo più rimandare delle iniziative che vadano nella direzione della destagionalizzazione – dice – Il nostro progetto per il 2017 è quello di proporre l’Isola d’Elba in versione benessere, quindi soggiorni dedicati al wellness e al relax".

Molto positivo nel 2016 è stato anche il contributo del turismo crocieristico, soprattutto su Portoferraio ma anche gli altri comuni hanno sicuramente beneficiato dei consistenti flussi. Numerosi turisti in giro per siti museali e negozi, spesso chiusi in bassa stagione, con conseguenti polemiche che speriamo quest’anno verranno a mancare per una programmazione più attenta dei giorni e degli orari di apertura, guardando magari il calendario crocieristico che per il 2017 però, potrebbe presentarsi più scarno di quello della stagione passata. “L’importante – commenta Franca Rosso – riferendosi soprattutto ai commercianti è farsi trovare pronti”.

Senza essere troppo utopistici pensando a un’isola con strutture alberghiere, attività e musei aperti 365 giorni l’anno le occasioni nel 2017 per allungare la stagione turistica non dovrebbero mancare. Dovremo essere noi, bravi, a saperle cogliere.

In allegato il videoservizio della Prima Pagina di Tele Elba.

Indietro martedì 10 gennaio 2017 @ 18:00 © Riproduzione riservata

Video allegato: Destagionalizzazione, anche il calendario dice si

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus