Ville Napoleoniche, patrimonio culturale e attrattivo

Servono progetti condivisi e collaborazione per risolvere le criticità

Il video le interviste

Condividi
Villa San Martino

Ville Napoleoniche dell’Isola d’Elba: patrimonio e attrattiva turistica, o motivo di critiche per chi gestisce l’immagine del territorio? Il dubbio sorge legittimo soprattutto ad inizio 2017, quando una troupe di Sky TG 24, ha evidenziato carenze di pulizia, trascuratezza e degrado, soprattutto a Villa San Martino confermando molte cose di cui il territorio era già ampiamente a conoscenza. Ma come stanno esattamente le cose, e cosa si può fare per rendere ottimale la gestione di questo sito museale, che per presenze è il secondo in Toscana dopo gli Uffizi? Siamo andati a documentare le condizioni attuali delle due ville in compagnia della Direttrice delle Residenze Napoleoniche, dottoressa Antonia D’Aniello.

Nel video la Prima Pagina con le interviste alla direttrice Antonia D'Aniello , al vicesindaco e assessore alla cultura di Portoferraio Roberto Marini e al Presidente degli albergatori Massimo De Ferrari.

Indietro venerdì 10 marzo 2017 @ 17:30 © Riproduzione riservata

Video allegato: Ville Napoleoniche, patrimonio culturale e attrattiva turistica

servono progetti condivisi e collaborazione per risolvere le criticità

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus