La “miseria” di Malatempora. I piatti tipici popolari

Le pietanze di un tempo nella rassegna gastronomica di Confesercenti

L'isola in tavola - Video

Condividi
L'isola in tavola a Malatempora

Per il secondo appuntamento del L'ISOLA IN TAVOLA, la rassegna ideata da Confesercenti con la collaborazione dell’Accademia Italiana della Cucina e del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano per esaltare le tipicità e le stagionalità enogastronomiche del territorio elbano, il nostro obiettivo si è spostato nel centro storico, di Portoferraio. Qui l'osteria Malatempora ha proposto ai propri ospiti una serata a tema dal titolo "La miseria- Piatti tipici popolari": qualcosa di apparentemente banale, che ha finito però per colpire la fantasia degli avventori.
Il menù della serata prevedeva una successione di piatti “poveri”, abbinati ai vini della azienda agricola Montefabbrello. All’antipasto, a base di pappa al pomodoro e panzanella, è stato abbinato il “Poggio Birbante”, un vino rosèe a base 100% sangiovese, mentre al primo piatto, gli gnocchi al piccione, la proposta di abbinamento ha affiancato il “Poggio Le Lenze”, un Elba Rosso DOC con il 90% di sangiovese e il 10% di alicante. Il piatto più “intrigante” della serata, in tutta la sua semplicità, era però un altro.
Al galletto alla cacciatora accompagnato dalle erbe di campo è stato abbinato un altro vino di Montefabbrello: il “Sussurro del Vignaiolo”, un rosso IGT con un uvaggio all’85% di merlot e al 15% di sangiovese, invecchiato tre anni, di cui uno in barrique.
Per concludere la serata, quasi a voler esaltare le tradizioni elbane in occasione delle festività pasquali, è stato servito un dolce a base di schiacciunta e di sportella, ovviamente accompagnato da un bicchiere di aleatico Docg, il vino più importante dell’Isola d’Elba.
 

Indietro giovedì 20 aprile 2017 @ 09:23 © Riproduzione riservata

Video allegato: 'L'isola in Tavola' Seconda Puntata: La ''Miseria'' di Malatempora

Apprezzato ritorno alle pietanze di un tempo nella rassegna enogastronomica di Confesercenti

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus