Italia Nelli, positivo l'incontro col Prefetto di Livorno

Presente anche il viceprefetto, disponibilità alla riapertura delle ricerche

il caso

Condividi
Dal video che riprese Italia Nelli il 17 settembre

Positivo l'incontro tra i familiari di Italia Nelli e con i vertici della Prefettura di Livorno che si è tenuto nella giornata di mercoledì 19 aprile. Sono state presentate le petizioni firmate per far riaprire le ricerche  della signora 84enne scomparsa da Sant’Ilario lo scorso 17 settembre. Più di mille le firme raccolte (1033) di cui 563 cartacee, sottoscritte nei locali dell’Elba e 470 online grazie alla petizione avviata dall’Associazione Toscana Penelope, che ricordiamo, nasce con lo scopo di aiutare e sostenere i familiari delle persone scomparse.

“L’esito - ci racconta Daniela, la figlia della signora Italia - è stato sicuramente positivo. Il prefetto e il viceprefetto hanno dimostrato la volontà di riaprire le ricerche. Ora dobbiamo inviare alcuni documenti per attivare l’iter burocratico. I tempi non sono stati ancora dichiarati, si tratta di inviare le lettere necessarie a predisporre la richiesta per l’avvio delle ricerche”.

Nel frattempo anche la trasmissione Rai “Chi l’ha visto?” riaccende i riflettori su Sant’Ilario. “Ci hanno contattato- continua Daniela- dobbiamo realizzare un ‘video appello amatoriale’ che verrà trasmesso nell’appuntamento pomeridiano del programma”.

“Intanto ringrazio tutti coloro che ci hanno aiutato- dice - chi ha firmato la petizione e chi tutt’oggi continua a sostenerci. E voglio rinnovare un appello: è passato del tempo ma preghiamo chiunque abbia visto qualcosa o anche solamente crede di aver notato un fatto riconducibile alle scomparsa di mia madre, di comunicarcelo. Anche una cosa piccola-conclude-in questa situazione può fare la differenza”.
 

Indietro venerdì 21 aprile 2017 @ 10:57 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus