Morso al volto da una vipera pensionato longonese

L'uomo, 75 anni, stava ripulendo il giardino intorno casa. Il racconto

Il brutto incontro

Condividi
Una vipera fotografata all'Elba

Morso da una vipera è stato trasportato con l’elisoccorso all’ospedale di Livorno. E’ successo a G. G. un 75enne pensionato di Porto Azzurro che nella mattinata di martedì 16 maggio, intorno alle 8 del mattino, stava tagliando l’erba nel terreno circostante la propria abitazione in località Botro, con un decespugliatore. Molto probabilmente la vipera è stata sbalzata dall’attrezzo da lavoro verso l’uomo che si è sentito sfiorare all’altezza del viso, ma che all’inizio non si è reso conto di quello che era successo. Nel frattempo il labbro superiore si è gonfiato a dismisura e l’uomo ha chiamato il 118. Sul posto, nonostante la strada di accesso impervia, sono giunti a tutta velocità gli uomini della Misericordia di Porto Azzurro, con un medico a bordo; nel frattempo, un altro medico era già arrivato sul luogo ed aveva provveduto a stabilizzare il ferito, praticandogli un primo intervento farmacologico. Giunto al pronto soccorso i sanitari si sono subito resi conto che le condizioni dell’uomo erano preoccupanti. Il labbro e l’interno della bocca erano gonfi. Non hanno potuto somministrare il siero antivipera in quanto G.G. era allergico, quindi sono intervenuti con un trattamento a base di cortisonici e istaminici. Rimaneva però il rischio che il trattamento fosse inefficace, in questi casi la prognosi è di 24 ore, e quindi i sanitari hanno deciso di centralizzare l’uomo all’ospedale di Livorno dove è stato trasportato nel primo pomeriggio a bordo del Pegaso, per essere posto sotto stretta osservazione. Le sue condizioni sono stabili. Dall’ospedale consigliano visto anche il periodo “delle vipere” come comportasi se venissimo morsi dal rettile: fermarsi immediatamente e soprattutto astenersi da attività faticose per evitare che entri in circolo la tossina del veleno. E naturalmente chiamare subito il 118.    

Indietro martedì 16 maggio 2017 @ 17:23 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus