Un giorno da giocatore di calcio per Roberto Gasparri

Il ragazzo, ospite della Cooperativa Altamarea, in campo con l'Audace

Guarda il video

Condividi
Roberto insieme a Luca Baldi e Mario Zamboni

Da sempre con la passione per il calcio. Oggi è riuscito a realizzare il suo sogno giocando una partita di campionato con l’Academy Audace. Potrebbe sembrare una banalità. Forse per molti ma non per lui, Roberto Gasparri, ospite della struttura Villa Gramante gestita dalla Cooperativa Altamarea che si occupa di servizi alle persone.

Roberto è stato schierato nell’ultima partita dell’ Academy Audace, matematicamente già promossa in seconda categoria. Venti minuti di gioia per Roberto ma anche per gli operatori di Altamarea che fin da subito hanno dimostrato massima disponibilità ad aiutare il ragazzo negli spostamenti.

"Roberto ha sempre avuto una passione per il calcio - racconta Federica Saracino, educatrice centro diurno Bauhaus - Dopo tante attività organizzate abbiamo deciso di portare questa proposta all'Academy Audace. Roberto si è sentito da subito accolto, si è sentito uguale agli altri. Speriamo di trovare altre realtà aperte e disposte a collaborare con noi per far stare bene i nostri opsiti".

"A volte quando c'è un disturbo mentale - spiega Paola Bini, psicologa centro diurno - si perde la strada principale. L'obiettivo della riabilitazione è quello di riportarli sulla direzione principale. Roberto, grazie a questa esperienza, ha ritrovato una parte di se stesso". 

Tutto questo è stato possibile grazie ad una collaborazione tra la Cooperativa Altamarea, che dal 2001 è presente sul territorio elbano, e la società sportiva Academy Audace, da subito disponibile ad accogliere Roberto.

"Questa esperienza - dice Luca Baldi, presidente Academy Audace - ha dato molto anche a noi. Chi fa sport dilettantistico deve essere aperto ad integrarsi con delle realtà che vivono delle esigenze, delle problematiche e quindi mettere in campo sinergie che abbiano uno sfondo sociale". 

"Con Roberto, il percorso è stato semplicissimo - afferma Mario Zamboni, dirigente Academy Audace - Lo conoscevamo già, perché era un assiduo frequentatore del campo sportivo. E' un ragazzo rispettoso dei ruoli, molto intelligente. Per noi è stata una bella esperienza".

Il calcio ha aiutato Roberto a ritrovare se stesso. E Roberto ha dimostrato che lo sport può essere una grande occasione per dire che tutti, in fondo, siamo uguali.

 

Indietro giovedì 18 maggio 2017 @ 17:46 © Riproduzione riservata

Video allegato: Un giorno da calciatore per Roberto Gasparri

Roberto, ospite della Cooperativa Altamarea, è stato schierato nell'ultima partita dell'Academy Audace. Un sogno che si realizza grazie ad una collaborazione tra la Cooperativa e la società sportiva.

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus