Balneari, "siamo su scherzi a parte. Accordo osceno"

lettera firmata

L'intervento

Condividi

Tutti i balneari d'Italia hanno rinnovato integralmente gli stabilimenti balneari nel 2016 - 2017.
Questo l'esito dell'incontro dei sindaci della Versilia e del presidente del Parlamento Europeo con i balneari. E' caso più unico che raro, gli investimenti negli stabilimenti balneari si ammortizzano in 30 anni. Così hanno detto i balneari che hanno chiesto una proroga delle concessioni di 30 anni. Siamo su scherzi a parte.
Difendere un interesse è legittimo. Accodarsi come hanno fatto e fanno i politici è osceno. Letteralmente offensivo per tutti gli altri cittadini. E' vero che le miserie della politica non finiranno certo qui, ma stando a questa accondiscendenza 1 milione di balneari vale almeno 55 milioni di italiani. E' difficile dire che si fanno le gare e chi perde se è l'attuale concessionario verrà indennizzato per gli investimenti fatti che non sono certamente tutti del 2016 - 2017 dato atto che qualche stabilimento, provocatoriamente, sembra star su con la vernice. Vanno misurati correttamente come si fa in una industria qualsiasi o per un qualsiasi altro bene, senza dimenticare che chi ha assunto la concessione sapeva, eccome se lo sapeva, che il bene era dello stato. Quindi, una preghiera ai politici: basta con queste manfrine, anche perchè oggettivamente è difficile pensare che il futuro dipenda da bagnini e balneari.

Paolo Patretti 

Indietro venerdì 14 luglio 2017 @ 09:23 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus