Periodo è particolarmente critico per possibili incendi

Le raccomandazioni della Regione Toscana e come comportarsi

Siccità

Condividi
Repertorio

La nuova intensa ondata di caldo africano, con picco nei primi giorni di Agosto, rimarrà tendenzialmente stabile anche nel periodo successivo con temperature sopra media e bassa umidità relativa diurna e notturna. La vegetazione, già in carenza idrica per le scarse precipitazioni stagionali soffrirà ancora
la siccità in essere, con elevata suscettibilità all’innesco ed alla propagazione d’incendi. Il contesto ambientale risulta decisamente critico su tutto il territorio ed i comportamenti delle persone risultano quanto mai decisivi per evitare situazioni di rischio o di calamità. Alcune attività possono, anche involontariamente, provocare incendi molto pericolosi per ambiente, persone e infrastrutture. Viste le condizioni meteo-climatiche è particolarmente importante il contributo di tutti i cittadini per scongiurare inutili rischi e possibili danni alle aree interessate. Nel caso di avvistamento di un fumo anche modesto, telefonare immediatamente al 800 425 425 (Sala Operativa Regionale) oppure al 115 (Vigili del Fuoco).
Si raccomanda ancora a tutti i cittadini ed ai numerosi turisti di:
· non accendere fuochi di alcun genere e per nessun motivo;
· evitare, in prossimità di vegetazione -anche domestica-, l’utilizzo di strumenti di lavoro che possano generare scintille quali frese, tosa erba, seghe e smerigliatrici meccaniche; · non parcheggiare le auto (in particolare quelle a benzina) su erba o foglie secche; · non gettare mozziconi di sigaretta o fiammiferi accesi. In caso d’incendio prossimo all’abitazione:
1. avvertire immediatamente della propria presenza il 115 dei Vigili del Fuoco, indicando con precisione la propria posizione geografica
2. seguire scrupolosamente le istruzioni delle Autorità e del personale addetto alle operazioni di spegnimento se presente sul posto
3. mantenere la calma ed agire secondo logica e buon senso, evitando stati d’angoscia e di panico. Spesso l’abitazione è il luogo più sicuro dove trovare riparo applicando semplici ma fondamentali precauzioni: ✔ chiudere le valvole dei contatori di gas e luce ✔ riporre al chiuso materiale infiammabile di legno o plastica quale arredi, ombrelloni, tendaggi, tubi ecc. ✔ bagnare con abbondante acqua il cortile e la vegetazione prossima all’edificio ✔ chiudere bene le finestre per evitare l’ingresso di fumo e di particelle incendiate ✔ chiudere le tapparelle specie se di materiale plastico ✔ proteggere le vie respiratorie dalle esalazioni con un panno umido e, in carenza di ossigeno,
sdraiarsi sul pavimento dei piani più bassi dell’abitazione
4. lasciare libere le strade di accesso ai mezzi di soccorso
5. allontanarsi da casa solo se è disponibile una via di fuga sicura. Percorrere una strada
all’interno della vegetazione può essere molto pericoloso.
 

Indietro giovedì 3 agosto 2017 @ 16:00 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus