Scatta il razionamento dell'acqua dal 12 al 27 agosto

Asa: “Meno pressione nelle fasce orarie di maggior consumo e di notte”

Emergenza idrica

Condividi
Acqua

Alla fine il temuto razionamento dell’acqua all’Isola d’Elba arriverà. “Dal 12 al 27 agosto nelle fasce orarie di maggior consumo e nelle ore notturne”. Così comunica Asa, il gestore del servizio idrico, con una nota inviata alla stampa che precisa anche che i possibili razionamenti annunciati già dal 20 luglio sono stati posticipati di quasi un mese. “Non si tratta di un razionamento vero e proprio – spiega Mirco Brilli, dirigente rete e impianti idrici di Asa – ma di abbassamenti della pressione nelle ore di maggior consumo, dalle 19 alle 22, e nelle ore notturne. A differenza del resto della regione l’isola è arrivata al 12 agosto senza alcun disservizio. Il nostro intento è quello di far capire la difficile situazione attuale dal punto di vista idrico per informare gli utenti sulle buone pratiche da continuare e che fino ad ora hanno evitato il razionamento”.
“La mancanza totale di pioggia degli ultimi mesi, le precipitazioni ridotte del 2016, nonché il forte aumento delle temperature e delle presenze sull’Isola negli ultimi giorni, hanno provocato un’impennata dei consumi con un conseguente abbassamento del livello già critico delle falde – spiega Asa - Tali condizioni hanno comportato una diminuzione della produzione idrica potabile dell’Isola d’Elba del 10% rispetto allo stesso periodo del 2016”.

ASA, al fine di compensare questa critica situazione, sta mettendo in atto una serie di misure per garantire il miglior servizio possibile attraverso:

- immediata riparazione delle perdite;
- controllo capillare della pressione sulla reti;
- istallazione di lenti idrometriche alle grosse utenze o utenze situate in zone basse, nei casi in cui determinino squilibri sulla corretta erogazione verso le utenze più elevate;
- attivazione di tutti i pozzi disponibili sul territorio dell’Isola d’Elba per incrementare il volume di acqua;
- controllo delle sorgenti.

ASA alla luce della situazione attuale e nel rispetto delle indicazioni della Regione Toscana e di AIT (Autorità Idrica Toscana), che hanno dichiarato lo stato di crisi idrica in tutta la Regione con un indice di previsione di crisi idropotabile pari a “GRAVE” per l’Elba, ricorda la necessità di prestare la massima attenzione al risparmio della risorsa idrica riducendo cosi i consumi nel rispetto delle ordinanze emesse dai Sindaci.
“Solo con la collaborazione di tutti – continua Asa - sarà possibile limitare i disagi che si potranno verificare nei prossimi giorni. L’Azienda già nei mesi di marzo e giugno aveva annunciato possibili razionamenti a partire dal 20 luglio. Grazie alle attenzioni da parte di tutti i soggetti interessati: ASA SpA, Comuni, cittadini siamo riusciti a posticipare tale razionamento di quasi un mese. Pertanto si comunica che dal 12 al 27 agosto potranno verificarsi abbassamenti della pressione dell’acqua nelle fasce orarie di maggior consumo e nelle ore notturne. ASA comunicherà tempestivamente alla popolazione ogni aggiornamento relativo alla crisi idropotabile”.
 

Indietro martedì 8 agosto 2017 @ 15:25 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus