Conquistadores Cup, gara ciclistica a Porto Azzurro

Si svolgerà domenica 10 settembre. Partenza da piazza Matteotti

L'evento

Condividi

Domenica 10 settembre, in occasione dei festeggiamenti della Madonna di Monserrato, si svolgerà, per tutti gli amanti della Mountain bike, la seconda edizione della Conquistadores Cup, la gara ciclistica di MTB organizzata dal comune di Porto Azzurro, dalla Pro Loco e dal Tercio di Longone.

Il percorso

Il percorso ha una lunghezza di 18,5 chilometri ed un dislivello d 716 metri. La Conquistadores Cup attraverserà tutti i luoghi più belli e significativi del comune di Porto Azzurro. Una gara che richiede un buon allenamento e che si snoda tra salite dure e discese impegnative. La partenza è fissata dalla bellissima P.zza Matteotti, vero e proprio fiore all'occhiello del paese, si sale poi per Via Solferino per svoltare subito a dx in Via del Forte, si attraversa la strada e tramite stradello si sbuca all'inizio della panoramica passeggiata Carmignani, che si sviluppa sotto le mura della fortezza spagnola (Carcere), si percorre breve tratto sterrato e si scende in Loc.Barbarossa dalla strada del Travaglio, proseguendo per Capobianco per scendere con uno sterrato alla spiaggia di Reale. Si prosegue per la particolarissima Spiaggia di Terranera, formata da una sabbia nera e luccicante per la presenza di polveri di Pirite, si imbocca sentiero che ci porterà a passare sopra il bellissimo e caratteristico laghetto di Terranera, un lago di acqua solfurea creato dagli scavi della miniera di ferro e altri minerali, un tempo attiva sul posto. Si continua poi per uno sterrato che ci porterà in Loc. Capo d'Arco, per percorre un singletrack ed arrivare in Loc.San Felo. Si scende per un km percorrendo la strada provinciale per entrare in Loc. Acquaviva ed affrontare la salita all'interno della pineta (la prima, delle due salite in pineta piuttosto impegnative) segue una discesa dov'è necessario prestare la massima attenzione per il tipo di fondo sconnesso e sassoso. Si continua poi sempre su sterrato fino ad arrivare in Loc. Monserrato dove c'è uno dei rari pini secolari che porta il nome di "nonno Pino", si attraversa la valle e qui inizia la salita sicuramente più dura dell'intera gara. È una salita di poco superiore al km ma che presenta pendenze che fanno male alle gambe, già affaticate dai precedenti saliscendi. La discesa che segue è un sentiero tecnico con degli scorci panoramici dove è possibile ammirare tutto il golfo, Porto Azzurro e sullo sfondo anche il paese di Capoliveri. Arrivati in fondo alla discesa si affronterà un ultimo strappo sterrato che ci condurrà in Loc. Pontecchio per poi affrontare la scalinata S.Giovanni che ci conduce al traguardo fissato anche questo in P.zza Matteotti. 

Indietro sabato 9 settembre 2017 @ 10:47 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus