“Il Cammino della Rada” proposto anche a Lucca

Il progetto elbano al VII Forum Europeo degli Itinerari Culturali

Le foto

Condividi
"Il cammino della rada" a Lucca

Il progetto di realizzare il CAMMINO DELLA RADA di Portoferraio è approdato questa settimana all'evento annuale più importante del programma degli Itinerari Culturali Europei del Consiglio d’Europa. Il VII FORUM INTERNAZIONALE DEGLI ITINERARI EUROPEI è il punto di incontro, ideazione e scambio a livello internazionale per il lancio di iniziative, sviluppo di partnership e creazione di reti europee legate al turismo culturale. Ha luogo a Lucca dal 27 al 29 settembre, sede dove celebra anche il trentesimo anniversario.

Quest’anno un motivo di ulteriore prestigio è la scelta dell'Italia come sede del Forum. Le precedenti edizioni si sono svolte in Lituania (2016), Spagna (2015), Azerbaigian (2014), Austria (2013), Francia (2012) e Lussemburgo (2011). Nel 2018 si terrà a Görlitz (Germania).

In Toscana non c’è solo la Via Francigena. "Questa – ha concluso l’Assessore Ciuoffo - rientra tra i 31 itinerari riconosciuti dal Consiglio d'Europa. Ma a Lucca si parlerà anche di eventuali altri possibili cammini che potrebbero rientrare in questo novero. Il Forum sarà un'occasione davvero ghiotta per confrontarci e proseguire in questa direzione". È, per riprendere le parole della vicepresidente della Regione Toscana Barni, “un progetto di rete, di cooperazione tra culture diverse, attori diversi pubblici e privati. È un progetto educativo, turistico, culturale e di sviluppo.”

Lo spazio dedicato a Lucca al “Cammino della Rada” è bene in evidenza nella suggestiva sezione espositiva del Forum, e vi condivide addirittura la sala della rappresentanza della Via Francigena. Con un pannello di 2,5 h x 1 m. e un grande desk blu rappresenta la sintesi di una eccellente collaborazione: unita insieme è presentata la documentazione promozionale dei beni museali del Comune di Portoferraio, della Fondazione Villa romana delle Grotte, del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, in particolare la Fortezza del Volterraio, e dell’Associazione Albergatori Elbani.

Infatti il progetto del percorso pedonale costiero conosciuto come “Cammino della Rada” vuole collegare i punti emblematici della Rada di Portoferraio: la Torre del Martello che chiude la Darsena Medicea di Cosmopoli, e la Rocca del Volterraio, che sovrasta la Rada, per continuare poi nel versante orientale dell’Elba verso le miniere. La realizzazione di questo itinerario intende sostenere l’uso del territorio basato sulla tutela degli elementi naturalistici e storici del paesaggio di questa zona.

Lo stand espositivo è stato realizzato dalle tre associazioni che hanno proposto il progetto: Elba2020Team, Italia Nostra Arcipelago Toscano e Legambiente Arcipelago Toscano, insieme ad Aithale / Archeologia Diffusa, gruppo di ricerca universitaria dedicato all’isola d’Elba. Ha collaborato il consorzio Elba Taste. Hanno aderito all’iniziativa il Comune di Portoferraio, Assessorato alla Cultura e al Demanio e Commercio, la Cosimo de’ Medici Srl., il Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano e l’Associazione Albergatori Elbani.

La sezione espositiva del Forum, intitolata “30 anni di Itinerari Culturali del Consiglio d'Europa: costruire il dialogo e sviluppo sostenibile attraverso i valori e il patrimonio europei”, è realizzata dall'Istituto Europeo degli Itinerari Culturali, in collaborazione con l'Accordo Parziale Allargato sugli Itinerari culturali del Consiglio d'Europa, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo italiano (MiBACT), Regione Toscana, Provincia e Comune di Lucca.
 

Indietro venerdì 29 settembre 2017 @ 11:43 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus