Scavi San Giovanni, scoperti i resti di uno scheletro

Indagini degli studiosi. L'intervista alla responsabile Laura Pagliantini

La scoperta - video e foto

Condividi
Lo scheletro ritrovato a San Giovanni

Il 18 settembre è iniziata la sesta campagna di scavi degli archeologi e geologi delle Università di Firenze, di Siena e di Pisa, guidati dal Professor Franco Cambi e Laura Pagliantini a San Giovanni, nella rada di Portoferraio, per riportare in luce i resti della villa rustica costruita un paio di generazioni prima della grande Villa delle Grotte, situata sulla collina soprastante. Una campagna iniziata come le altre, alla ricerca di nuovi reperti che possano aiutare a ricostruire quanto accadeva nell’edificio rurale destinato alla produzione agraria e vinicola. Poi, proprio poche ore fa (oggi mercoledì 4 ottobre) una scoperta straordinaria: sono venuti alla luce durante gli scavi i resti di uno scheletro. Gli studiosi stanno indagando sulla scoperta per definire sesso ed età dei resti (per ora mancano ancora la parte superiore del corpo e il cranio) probabilmente di qualcuno che, dopo il crollo dell'edificio, stava cercando di recuperare materiali, come ci ha spiegato uno dei responsabili dello scavo, la dottoressa Laura Pagliantini. 

 Per vedere l'intervista a Laura Pagliantini clicca qui.  

Galleria fotografica

Indietro mercoledì 4 ottobre 2017 @ 17:56 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus