L’elbano d’oro, un investimento sicuro in moneta locale

L’idea di Luigi Lanera:” Così i capitali dell’isola rimarranno sul territorio”

La proposta

Condividi
L'Elbano d'Oro

L’idea è nata perché le ricchezze prodotte sull’Elba non rimangono sul territorio ma prendono la via del continente. Ed ecco che Luigi Lanera ha pensato a un nuovo conio, “L’Elbano d’oro”. Una moneta da 5 grammi di oro puro del valore di mercato. La moneta, ha in un lato, l’isola d’Elba con la rosa dei venti, la scritta 5 g Fine Gold, sull’altra facciata, la scritta Elbano d’Oro campeggia sulla bandiera con le tre api. Grande quanto una moneta da 5 centesimi , nell’idea di Lanera dovrebbe diventare il soldo locale. Dopo un attenta analisi delle crisi bancarie che si sono verificate negli ultimi anni è normale pensare a come tutelare i propri risparmi – racconta Luigi Lanera- l’ Isola D Elba grazie al turismo genera attraverso le attività una grande quantità di liquidità che normalmente viene depositata in banca e successivamente investita nei vari canali finanziari i quali spesso deludono gli investitori . C’è anche un altro fatto negativo nell’attuale sistema, la ricchezza prodotta dal lavoro degli elbani, spesso prende la via del continente, non rimane sul territorio. Noi – dice Lanera- non “deteniamo” i nostri averi, questi sono un mero numero in banca. Da qui l’idea di un conio locale, L’elbano d’Oro potrebbe sostituire e addirittura annullare gli investimenti che portano ricchezza fuori dall’Elba.  L’Elbano d 'oro oltre ad essere un investimento con garanzia millenaria ci permetterebbe – continua Luigi Lanera- anche di essere sfruttato come moneta locale perché può  essere un ottimo oggetto di scambio fideiussorio, ad esempio per ottenere un mutuo prima casa, infatti,  ritornerebbe nelle mani del proprietario alla fine del prestito per il quale è stato dato in garanzia, con il vantaggio che nel tempo si è rivalutato. Il prezzo di un Elbano d’Oro sarà quello di mercato dell’oro puro 999 con l’aggiunta di un costo fisso per il conio.

 

Indietro mercoledì 22 novembre 2017 @ 13:23 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus