"Tutti davanti alla caserma rivedranno il suo sorriso"

di Linda Rossi*

La lettera

Marcello Rossi

Chi ha avuto la fortuna di conoscere Marcello Rossi ha faticato a contenere la commozione durante la cerimonia  di intitolazione del distaccamento dei Vigili del Fuoco a suo nome nella mattinata di mercoledì 3 dicembre. Sono stati molti e toccanti i ricordi e gli apprezzamenti, personali e professionali,  ma quelle che riportiamo di seguito faranno capire ancora meglio che cosa era Marcello Rossi per la sua famiglia. Vi proponiamo il ricordo della figlia, Linda Rossi che durante la cerimonia ha avuto anche un pensiero per il nonno, Rolando, padre di Marcello  scomparso qualche settimana fa e che non ha fatto in tempo ad avere almeno questa consolazione di vedere come tante persone porteranno nel cuore il ricordo e l'esempio che Marcello ha dato nella sua vita. Ora facciamo parlare Linda

Antonella Danesi

"Si dice che ogni padre sia l’”eroe” del proprio figlio e sicuramente, quando eravamo bambine, io e mio sorella non facevamo eccezione.

 

Ora che sono cresciuta non sono più sicura di saper definire precisamente cosa voglia dire essere un eroe ma ricordo ancora la sensazione d’orgoglio nel raccontare agli altri che il mio babbo fosse un Vigile del Fuoco.
Quando era in servizio, mamma ci accompagnava ogni volta a salutarlo e lui ci veniva incontro sorridendo, all’ingresso della caserma.
È nella sua passione sul lavoro e in generale nella forza dei nostri genitori che ancora oggi troviamo un incoraggiamento a raggiungere i nostri obiettivi al di là degli ostacoli e delle difficoltà.
In questi anni ho anche capito come la sua determinazione sia rimasta non solo nei nostri ricordi ma anche in quelli di tante persone che l’hanno conosciuto.
“Scegli il lavoro che ami e non lavorerai mai neppure un giorno in tutta la tua vita”(cit.) .
La verità è che fa ancora male passare davanti alla caserma come facevamo tanti anni fa, con la consapevolezza di non rivederlo più. So che, però, una parte di lui è rimasta là dentro e sarebbe felice nel vedere quanto tutti gli vogliano bene.
Per questo la nostra famiglia ci tiene a ringraziare tutte le persone che hanno reso possibile questa manifestazione perché alla fine non so dire se babbo fosse davvero un eroe ma una cosa adesso la so per certa: tutti davanti all’ingresso della caserma lo vedranno sorridere di nuovo".

*Linda Rossi,  figlia di Marcello Rossi
 

Indietro giovedì 4 gennaio 2018 @ 10:23 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus