Videosorveglianza arrivano i finanziamenti pubblici

Ventimila euro di contributi regionali per la videosorveglianza

Piombino

Condividi

Il Comune di Piombino è stato ammesso, insieme ad altri Comuni toscani, al finanziamento regionale per interventi di installazione, implementazione e adeguamento dei sistemi di videosorveglianza. Arriveranno dunque ventimila euro di contributi regionali per la sicurezza urbana.


Il progetto prevede di continuare nell'opera di ammodernamento del sistema di videosorveglianza presente nel territorio comunale, dopo il guasto del 2016 al software che gestisce il sistema e che aveva portato già alla sostituzione di 7 telecamere delle 18 presenti e all'installazione di 2 nuovi apparecchi contro il vandalismo.


Con questi nuovi finanziamenti, il Comune si propone di continuare nel percorso di sostituzione delle telecamere ormai obsolete prevedendo la sostituzione degli altri 9 apparecchi che non erano stati sostituiti in precedenza e con la previsione di installarne altri 3 nel centro storico.
Più precisamente, verranno sostituite 3 telecamere nella rotatoria tra via della Resistenza, via Unità d'Italia e via Matteotti; 2 in piazza Verdi (di cui una nuova); 2 all'intersezione tra via della Repubblica e via Lombroso; 2 in piazza Niccolini di fronte alla stazione ferroviaria, 1 in via Pisacane. Sono previste inoltre 2 nuove telecamere nel centro storico tra borgo alla noce, via Cavour e piazza Bovio.


Gli apparecchi che saranno installati sono fissi in contenitori antivandali, dotati di un filtro automatico che permette di ottenere il massimo della qualità di immagine in qualsiasi condizione di illuminazione.


“Quello della sicurezza urbana, tra le altre cose, è stato un tema di lavoro all'attenzione dell'amministrazione comunale – afferma l'assessore ai lavori pubblici e alla sicurezza Claudio Capuano - e queste nuove risorse sono davvero importanti per portare a termine il percorso avviato già da alcuni anni. Certo, la sicurezza nelle città non si rafforza esclusivamente con l’installazione di sistemi di videosorveglianza, ma una rete di telecamere, situate in posti strategici, può dare un contributo a una politica di azioni e di progetti complessivi finalizzati a migliorare la sicurezza in città”.


Dal 2004 l'amministrazione comunale ha avviato un sistema di azioni coordinate per migliorare la sicurezza: ha installato una centrale operativa capace di registrare le telefonate e gestire in maniera automatica le richieste di intervento e le varie segnalazioni; nei periodi estivi ha potenziato l'organico della Polizia municipale per far fronte alle maggiori presenze stagionali sul territorio; nel 2008 ha installato un sistema di videosorveglianza nei diversi punti della città; ha partecipato al Patto per la sicurezza tra Prefettura e Regione Toscana nel 2014; ha poi installato nel 2016 tre telecamere a lettura targa al Gagno e telecamere mobili per implementare e integrare il sistema di videosorveglianza già esistente.
Barbara Noferi

 

 

Indietro lunedì 8 gennaio 2018 @ 15:22 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus