Via i fagiani e gli ibridi di pernice dall'isola di Pianosa

Il Parco avvia l'iter per la formazione di operatori per l'eradicazione

il provvedimento

Condividi
gli esemplari

Il Parco ha avviato l’iter per la formazione di operatori che parteciperanno all’eradicazione di fagiani e pernici all’isola di Pianosa. Il provvedimento è conseguente alla delibera del Consiglio Direttivo dell’ente che, in data 2 agosto del 2016, aveva approvato i protocolli per la cattura, traslocazione e eradicazione del Fagiano comune e dell’ibrido Alectoris rufa, Alectoris chukar dall’isola di Pianosa.

In entrambi i casi, gli animali, non appartengono alla fauna originale dell’isola, il fagiano è stato introdotto nell’habitat dall’uomo a metà ottocento e l’Alectoris, un ibrido di pernice Rossa e Cornutrice orientale, sono stati inseriti a Pianosa nel primo caso alla fine del 1800 e nel secondo a partire dagli anni ’80.

Le modalità di prelievo sono riferite al protocollo nell’ambito del progetto Resto in Life che prevedeva la realizzazione di una serie di interventi volti a riqualificare le comunità animali di Pianosa. Nei documenti viene evidenziato che “L’azione di rimozione della popolazione prevede un’intensa fase di cattura tramite apposite trappole. Qualora l’intervento di cattura non risultasse totalmente risolutivo, per i singoli individui residui verranno successivamente programmati abbattimenti tramite arma da fuoco da parte di operatori autorizzati ”.

 

Indietro martedì 6 febbraio 2018 @ 13:07 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus