Canile ok e forse un aumento del contributo di sbarco

Il via all'opera comprensoriale. Partecipazione per la rotonda di S.Giovanni

Gestione associata del turismo

Condividi
Un momento della riunione della Gat

E’ stata subito la questione del canile comprensoriale a catalizzare l’attenzione della seduta della Consulta dei sindaci per la Gestione Associata per la Promozione Turistica dell’Isola d’Elba. Presenti i sindaci Ruggero Barbetti, Anna Bulgaresi e Gabriella Allori, il commissario straordinario del comune di Rio Girolamo Bonfissuto, i vicesindaci Roberto Marini, Aldo Tovoli e il consigliere comunale di Campo nell'Elba Giovanni Danesi.
Ruggero Barbetti ha subito riportato la questione sulla mancata adesione (al momento) del comune di Porto Azzurro, cercando di aggirare il problema con il comune amministrato da Maurizio Papi e proponendo subito di far uscire il progetto del canile dalla Gestione Associata, confermando l'intenzione di farlo realizzare direttamente dal Comune di Capoliveri . Nella discussione che è seguita il vicesindaco di Porto Azzurro Tovoli, ha esposto le ragioni della loro mancata adesione e quindi della relativa non deliberazione e non approvazione della convenzione: "erano stati chiesti chiarimenti già dall'ottobre dello scorso anno in merito alle regole di sponsorizzazione della struttura, e altri quesiti di natura tecnica, e nessuna risposta ci è stata fornita ha detto - il vicesinadco longonese - rilanciando e proponendo di far uscire il proprio comune dalla Gestione Associata del canile, che a quel punto avrebbe potuto proseguire con sei comuni su sette. Dopo una discussione costruttiva e non polemica, la consulta ha ratificato il volere del rappresentante di Porto Azzurro, ovvero: Il comune amministrato da Papi, non volendo porre ostacoli alla costruzione della struttura comprensoriale, ma non completamente daccordo "per mancanza di informazioni richieste", ha dato mandato alla Gestione Associata per il canile, (gli altri sei comuni) di procedere nel percorso, usando anche la quota parte economica spettante a Porto Azzurro, che in futuro si convenzionerà con il canile pagando ogni volta che dovrà usare la struttura. Barbetti ha chiuso la questione Porto Azzurro ricordando l’amicizia di vecchia data con il sindaco Papi e citando un recente incontro nel quale hanno condiviso molte questioni comprensoriali trovando convergenza di idee e comunità di intenti. Il vicesindaco di Portoferraio, Roberto Marini, ha subito dopo riproposto la questione della rotonda di San Giovanni, una struttura che se realizzata snelirebbe il traffico in entrata a Portoferraio e in uscita in direzione dei comuni dell'Elba orientale, riferendosi all’ultima riunione della GAT dove era stato deciso ma non verbalizzato che la Gestione associata sarebbe intervenuta con un proprio contributo. Marini ha chiarito che l'amministrazione comunale di Portoferraio, dispone di risorse proprie, ma che non bastano alla realizzaione di un'opera che deve definirsi comprensoriale per i vantaggi che porta a tutta l'Elba. Daccordo tutti i presenti e visto che la consistenza dell'intervento si aggira intorno ai 200 mila Euro, il contributo sarà di circa 70 mila Euro La questione è stata quindi verbalizzata. Il sindaco Barbetti, espletati gli adempimenti per quanto descritto, ha avanzato all’assemblea la proposta di valutare l’ipotesi di aumentare l’importo del contributo di sbarco. Oggi 3,50 € in alta stagione e 1,50€ in bassa. L’ipotesi potrebbe essere di non ritoccare la quota della bassa stagione, ma aumentare a 5€ il contributo in alta stagione. Le motivazioni che hanno portato Ruggero Barbetti a porre questa riflessione alla consulta, stanno soprattutto nel raffronto fra l’attuale contributo di sbarco e la tassa di soggiorno applicata ormai ovunque, che è molto più esosa. Questo – ha detto Barbetti – alla luce dei dati dell’ultima stagione. Ed eccoci ai dati, sono stati forniti dalla Provincia ma non ancora ufficiali, dicono: che nel 2017 il flusso della ricettività totale, ha segnato un + 4,17, per l'alberghiero il segno è + 6,2. E' stata anche fatta una simulazione di incasso del contributo di sbarco, lasciando 1,50 per la bassa stagione e portandolo a 5 (20 maggio- 20 settembre) , il risultato è che il gettito garantirenbbe circa un milione in più .

 

 

Indietro giovedì 8 marzo 2018 @ 23:19 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus