Nuovo avviso per mettere a disposizione aree produttive e turistico-ricettive

l Comune di Piombino partecipa al programma di attrazione investimenti

Val di Cornia

Condividi

 

Il Comune di Piombino partecipa al programma di attrazione investimenti promosso da Regione Toscana, Anci, Comuni e città metropolitana di Firenze nell'ambito della rete Invest in Tuscany, con l'obiettivo di promuovere opportunità di localizzazione e investimento sul territorio.


A tal fine il settore Sviluppo economico del Comune di Piombino, dopo il primo annuncio del giugno scorso, ha pubblicato un nuovo avviso pubblico, non vincolante, con il quale promuove un'indagine conoscitiva per rilevare la disponibilità di aree e immobili non solo a destinazione industriale, produttiva, artigianale e commerciale ma anche a destinazione turistico-ricettiva che potrebbero essere utilizzati per l'insediamento di nuove attività imprenditoriali.

L'obiettivo è quello di creare una banca dati a disposizione dei possibili investitori promuovendo l'attrazione di investimenti sul territorio anche attraverso il supporto della rete Invest in Tuscany.

All'avviso pubblico dunque potranno partecipare tutti i proprietari di aree o edifici che possano essere utilizzati a questi scopi, compresi quelli turistici e ricettivi, e che siano intenzionati a venderli o ad affittarli.

Il termine per la presentazione delle disponibilità è il 31 dicembre 2018. I soggetti interessati dovranno compilare una domanda e la descrizione della proposta localizzativa.

Il tutto dovrà essere spedito al Comune di Piombino, settore sviluppo economico entro il termine indicato o via pec all'indirizzo comunepiombino@postacert.toscana.it.
Info: Settore sviluppo economica 0565 63362 – 63377.
www.comune.piombino.li.it

 

Barbara Noferi


 

Indietro lunedì 12 marzo 2018 @ 17:28 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus