Sospesa l’imposta di soggiorno su appartamenti in locazione

Nessun aumento nel bilancio 2018

San Vincenzo

Condividi

 

La legge finanziaria ha bloccato per il 2018 qualsiasi aumento di tutte le tasse e imposte comunali con l’unica eccezione dell’ imposta di soggiorno che, invece, poteva essere aumentata.


Questa Amministrazione, nel proprio bilancio 2018, ha deciso di non apportare alcun aumento alla imposta di soggiorno.


Per ulteriore precisazione, si ricorda che l’ imposta di soggiorno è pagata dai turisti e non tocca le tasche dei cittadini residenti.


Riguardo alla previsione dell’estensione dell’applicazione della suddetta imposta agli appartamenti destinati alla locazione breve, compreso la locazione turistica, il Sindaco Bandini precisa:
“Ho ricevuto sollecitazioni da cittadini e rappresentanti delle agenzie immobiliari che hanno manifestato difficoltà sulle modalità di applicazione”.
Tale difficoltà è riferita soprattutto all’elemento centrale dell’imposta e cioè il ruolo dei gestori, privati o agenzie, individuati dalla norma quali responsabili del pagamento dell’imposta stessa.


Il quadro di riferimento normativo non è così chiaro e di immediata applicazione, in quanto non è stato ancora emanato né il regolamento ministeriale sull’applicazione dell’imposta, né quello regionale, anche in considerazione del fatto che la stessa legge regionale è stata impugnata e ad oggi è in attesa di sentenza da parte della Corte Costituzionale.


Il Sindaco Bandini quindi afferma:
“In pieno accordo con la Giunta e il Gruppo di Maggioranza, ritengo necessario SOSPENDERE l’ APPLICAZIONE dell’ IMPOSTA di SOGGIORNO sugli APPARTAMENTI IN LOCAZIONE, proponendo al prossimo Consiglio Comunale l’adozione degli atti conseguenti”.

 

Barbara Noferi
 

Indietro lunedì 12 marzo 2018 @ 17:28 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus