"Finalmente si è rivisto dopo tanto silenzio il sindaco"

di Lorenzo Lambardi*

Campo nell'Elba

Condividi
Lorenzo Lambardi

Ieri finalmente si è rivisto il Sindaco di Campo nell’Elba con tanto di Giunta comunale sfilare per le vie del paese.
Una novità per la nostra gente, per noi una speranza che il primo cittadino si sia reso conto in quali condizioni versa il capoluogo del nostro Comune. Almeno le sue vie del centro.
Non sarà sfuggito a nessuno che sono passate le festività della Pasqua, del 25 Aprile, del ponte del primo Maggio, con l’estate ormai alle porte e nulla si è fatto per rendere più accogliente e decoroso il nostro territorio. Nulla.
Sono passate tutte le linee rosse, così come le promesse elettorali che sono rimaste tali, e siamo arrivati ad oggi con il lungomare senza un accenno di manutenzione anche minima, il fosso del “Bertelli” invaso dalle canne, il porto con le transenne, le promesse di ripascimenti sulle spiagge rimaste appunto promesse anche loro, la manutenzione delle strade pari a zero, per non parlare delle frazioni, mai così sporche e in stato di abbandono.
Sul piano politico invece fa notizia l’assenza ingiustificabile del nostro Comune su tutti i tavoli che contano: non una parola sulla sanità elbana se non un timido balbettio per difendere l’assenza alla conferenza; così come sulla Gestione Associata della polizia Municipale se non qualche chiacchiera da bar ma senza una direzione chiara; nulla di nulla sulla Gestione Associata per Il Turismo in cui Campo nell’Elba dovrebbe essere protagonista assoluta e invece rimane fanalino di coda.
L’altra notizia è il crescente disagio per i cittadini con l’Ecocentro del Vallone chiuso senza una data certa di riapertura, tra l’altro in un momento in cui le piccole ristrutturazioni domestiche riguardano la gran parte dei nostri cittadini. Tutto questo mentre la Tari cresce del 10%.
Non una parola infine sui lavori pubblici per i prossimi 4 anni, perché, per fortuna, un anno di questa amministrazione è già passato.
Aspettando la solita replica piccata che guarda al passato invece che al futuro ci rallegriamo di averli visti ieri mattina, sfilare in processione laica, con tanto di fascia tricolore, per via Roma e via Marconi, sperando che nessuno sia inciampato nelle lastre di granito tutte rialzate.
Speriamo.
Lorenzo Lambardi
*Capogruppo Consiliare Idea Comune
 

Indietro domenica 6 maggio 2018 @ 19:04 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus