Campo nell'Elba, ladri di auto incastrati da una birra

Un uomo e una donna poco noti sull'isola. Da poco lavoravano in un hotel

Cronaca - Il video

Condividi

Questa volta è proprio il caso di dirlo. Tutta colpa di una birra. Una semplice bottiglia di alcolico giapponese che ha permesso di rintracciare, in poco tempo, gli autori di un furto d’auto a Campo nell’Elba. E' stata proprio la particolarità della birra, lasciata all’interno dell’auto prima rubata e poi abbandonata per strada, ad agevolare le ricerche degli uomini della Stazione dei Carabinieri di Campo nell’Elba che subito hanno appreso di due giovani, poco noti sull’isola, che la sera prima avevano particolarmente gradito quel prodotto. 

Le indagini condotte dai militari hanno rintracciato i due giovani in un hotel nella zona di Cavoli dove i due avevano da poco iniziato a lavorare. Si tratta di due 29enni. C.F. di origini siciliane e T.L. di origini rumene sono stati trovati nella loro camera in possesso di altre bottiglie di birra della stessa marca. I due hanno da subito ammesso le loro responsabilità. A loro carico c’è una denuncia per furto aggravato in concorso. Dovranno anche risarcire il danno della vettura rubata al proprietario. Più pesante, sembra, posizione della donna. Su di lei insiste un provvedimento di rintraccio per un cumulo di pene emesso dal Tribunale di Lecco. Per questo motivo è stata subito condotta al carcere di Pisa dove sconterà oltre 5 mesi di reclusione per altre vicende avvenute fuori dal territorio elbano. 

La vicenda. Tutto è iniziato nei tavoli di un bar dove i due ragazzi avevano trascorso una serata a bere alcolici. Poi, la decisione di rubare un’auto in paese per poi far rientro in hotel. Qualcosa non va, però, nel verso giusto e durante il tragitto finiscono fuori strada. I due abbandonano l’auto e decidono di raggiungere diversamente l’albergo. Non si preoccupano, però, della bottiglia di birra, quella giapponese appunto, lasciata all’interno del veicolo.  

Indietro mercoledì 9 maggio 2018 @ 11:37 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus