Un seminario di karate nel borgo di Suvereto

L' Okinawa di Venturina ha organizzato la seconda edizione de "LA VIA"

Karate

Condividi

 

Si è svolto sabato 12 e domenica 13 maggio il seminario internazionale “LA VIA 2° EDIZIONE”.

“Molti mesi di preparazione ma ne è valsa la pena” dice il Maestro Roberto Ninci D.T della Okinawakarate Venturina società organizzatrice. L’intento era di offrire una base di studio tecnico dell’Arte dal punto di vista pratico e teorico oltre a dare l’opportunità ai partecipanti di conoscere il nostro territorio”.


 Il seminario diviso in due giornate si è aperto sabato 12 con la docenza dei Maestri Ornaghi, Ninci, Martinalli e Causarano che hanno guidato per oltre tre ore i praticanti ognuno con metodologie e tecniche differenti, cercando di accrescere il bagaglio di conoscenze ai circa quaranta partecipanti provenienti da varie regioni italiane.

Dopo la manifestazione si è spostata al Museo di Arte Sacra dove il Prof. Paolo Ornaghi (docente a Milano di storia e filosofia) ha condotto in maniera esemplare una conferenza sugli ASPETTI PEDAGOGICI ED EDUCATIVI NELLE ARTI MARZIALI ORIENTALI calamitando l’interesse degli intervenuti.

Domenica 13 maggio è stata la giornata più attesa dagli appassionati di Karate do, con l’intervento del grande Maestro Didier Lupo 7° dan, esperto nell’applicazione del Bunkai (tecniche applicative del kata), che ha richiamato molte presenze.

Grazie alla ASD Okinawakarate Venturina il maestro francese è arrivato per la terza volta in Toscana e come nel suo stile, dopo le presentazioni di rito e il saluto tradizionale ha iniziato un lavoro continuo senza pause. La sua docenza è stata perfetta e vederlo eseguire le tecniche è stato un vero piacere, coinvolgendo circa 90 partecipanti per tutte le due ore e mezzo della sessione mattutina. Breve pausa pranzo e ancora sul tatami per altre due ore di allenamento.

L’argomento trattato per l’intera giornata dal maestro sono state le applicazioni sui alcuni kata dello stile shotokan. Gli allievi intervenuti dal Lazio, Toscana , Lombardia, Valtellina e anche dalla Francia hanno ringraziato al termine della sessione il M° Lupo con un applauso interminabile segno di grande apprezzamento delle sue grandi doti di comunicatore ed insegnante, che solo chi interagisce con lui agli stage può testimoniare.

Soddisfatto in veste di Organizzatore il M° Ninci ha detto: “Resterà oltre che un bel ricordo una bellissima esperienza dove oltre al karate si è respirata un’aria di amicizia condivisa da tutti i marzialisti intervenuti, ben 130 nelle due giornate. Il mio ringraziamento va oltre ai maestri intervenuti il sabato e al Maestro Lupo, al Comune di Suvereto nelle persone di Marco Toninelli assessore allo sport e Giuliano Parodi Sindaco, allo staff dirigente di Poggio All’Agnello nelle persone di Lucia Bisogni e Ulrike Hegger che ci hanno sostenuto in maniera sinergica. L’appuntamento è per la terza edizione”.


 

Indietro venerdì 18 maggio 2018 @ 15:36 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus