Elezioni, Canovaro: "A Rio c'è concorrenza sleale"

Il candidato interviene per smentire le voci sul suo vicesindaco

Politica

Condividi

“Man mano che la campagna elettorale entra nel vivo, aumenta il vento della maldicenza e dell’insinuazione nei nostri confronti”. Così Umberto Canovaro, candidato a sindaco nel nuovo comune di Rio con la lista Terra Nostra, interviene con una nota inviata in redazione. Il riferimento, ci dice Canovaro, è a certe insinuazioni e dicerie sulla figura del vicesindaco che lo accompagnerà se dovesse essere eletto per la guida del paese. Insinuazioni che Canovaro smentisce subito perché, dice, “Io ho detto che il mio vice sarà di Rio Elba e sarà scelto tra gli eletti della mia lista”. In queste ultime ore, stando al racconto di Canovaro, sembra che nei due comuni girino voci sul fatto che ad accompagnare l’eventuale elezione di Canovaro ci siano persone al di fuori della lista o comunque, spiega ancora il candidato, “non gradite nei comuni di Rio Elba e Rio Marina”.

Voci che il candidato sindaco intende sedare immediatamente. “Tutte insinuazioni non vere messe in giro dai miei avversari politici. Evidentemente, in qualcuno, la paura di perdere è più forte della correttezza e dei sani valori della competizione. Terra Nostra non ha mai usato questi metodi e mai li adopererà per demonizzare il competitore politico. Ribadiamo il nostro impegno a parlare solo di programmi per il bene del Comune e della sua popolazione. Noi non denigreremo mai nessuno per alimentare divisioni tra gli elettori e risentimenti del dopo voto. C’è bisogno di serenità, serietà e lavoro comune”.

Insomma, Umberto Canovaro parla di concorrenza sleale e lascia intendere che nelle prossime ore potrebbero essere presi dei provvedimenti. “Le notizie divulgate da chi mi vuol danneggiare sono false – continua il candidato – Sto subendo un danno di immagine e andrò a verificare nel concreto, alla luce di quanto previsto dalla legge, se ci sono i margini per una turbativa di campagna elettorale".
 

Indietro mercoledì 23 maggio 2018 @ 13:41 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus