Gioco-sport, quando a scegliere sono i bambini

Concluso con una festa il progetto portato avanti da Coni e Comune

Scuola

Condividi
L'arrivo di Francesco Costa

Nell’impianto sportivo di Campo nell’Elba c’è spazio per tutti. Oltre 300 bambini della scuola dell’infanzia hanno dato sfogo alle loro passioni sportive. Qui, con la grande festa del Gioco-Sport. Nient’altro che una giornata di chiusura del progetto che è andato avanti per l’intero anno scolastico, promosso dal Coni e finanziato dall’amministrazione comunale e che ha permesso agli alunni di praticare tutte le discipline sportive per scegliere quella più adatta a loro.
“Il bambino, per quelle che sono le attività sportive presenti sul territorio, deve provarle tutte per poterne scegliere una – ha detto Claudio Bianchi, delegato del Coni - Marina di Campo è stata la prima scuola che si è rivolta al Coni per chiedere questo progetto".

“Oggi - ha detto l’assessore Chiara Paolini - siamo particolarmente orgogliosi di partecipare a questa giornata dedicata ai nostri bambini. Ringraziamo tutte le persone che hanno lavorato per realizzare questo evento. Abbiamo voluto essere qui sia io che il vicesindaco per testimoniare la vicinanza dell’amministrazione allo sport, ai nostri bambini e alla scuola”.

Coni e Comune dunque in prima fila per promuovere lo sport all’interno delle scuole e per dare opportunità di conoscenza agli alunni. Lo sport lo sceglie il bambino. Questa l’idea di base del progetto a cui hanno lavorato docenti e istruttori delle associazioni sportive del territorio.
“Questo – ha spiegato Paola Galli, coordinatrice del progetto Gioco-sport - deve anche servire come momento educativo, educazione al fair play. Cerchiamo di abituare il bimbo anche alla sconfitta, al rispetto delle regole”.

“Il motivo per cui abbiamo aderito sia come scuola che come comune – ha detto Anna Bulgaresi in doppia veste di sindaco di Marciana e docente – è proprio legato al fatto che lo sport rappresenta un momento di unione. I bimbi sono talmente semplici che riescono a portare anche noi adulti a condividere determinati obiettivi”.

Sotto un cielo sereno e davanti ad una tribuna gremita, tutti i bambini hanno trascorso una giornata diversa in cui lo sport non è competizione ma unione ed emozione. All’iniziativa , che si è svolta nel campo sportivo messo a disposizione dalla Campese, hanno aderito diverse associazioni. C’era la Polisportiva Elba97 per la pallavolo, l’Elba Rugby, Elba Bike per il ciclismo. E ancora la pallacanestro con la Polisportiva Elba Rekord e la vela con gli istruttori del Club del Mare e del Tennis di Marina di Campo.

Chiusura in grande con l’arrivo di Francesco Costa, campione olimpionico, atleta della nazionale italiana di bob, portacolori delle Fiamme Oro. Un esempio nello sport e nella vita per i piccoli studenti che lo hanno letteralmente accerchiato per un grande abbraccio generale. Per guardare il video clicca qui


  

Indietro giovedì 31 maggio 2018 @ 11:35 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus