La Pieve di San Giovanni ospita un nuovo concerto

"I solisti dell'orchestra" con l'Eolus Woodwind Quintet

Campiglia Marittima

Condividi

 

Prosegue con successo il programma dei Concerti della Pieve a Campiglia Marittima. Alle 18.30 la presentazione del concerto e l’incontro con i musicisti, alle 19.00 il concerto “I solisti dell’orchestra” con l’Eolus woodwind quintet. Il gruppo è vincitore primo premio assoluto Concorso Riviera Etrusca (sez. musica da camera) ed è formato da Giacomo Bozzi flauto, Luigi Sala oboe, Michele Naglieri clarinetto, Giovanni Emanuele Urso corno, Mattia Perticaro fagotto: giovani musicisti italiani, animati da una visione energica e accurata dell'esecuzione musicale. Domenica il quintetto eseguirà, Petite Offrande Musicale (Nino Rota), La Cheminée du roi René (Darius Milhaud), Trois pièces brèves (Jacques Ibert), Three Shanties (Malcom Arnold), Five Easy Dances (Denes Agay), Pot-pourri Fantastico sul Barbiere di Siviglia del M° G. Rossini (Giulio Briccialdi). Ingresso gratuito. Info: Ufficio stampa 3338760991.


Ecco un estratto dai curricula dei musicisti del quintetto che si potranno conoscere prima del concerto:


Giacomo Bozzi: Figlio d’arte, è nato nel 1988 e, a 7 anni ha intrapreso, giocando, lo studio del Flauto sotto la guida del padre, Michele. Ha studiato al Conservatorio “Niccolò Piccinni” di Bari dove, nel 2007, sotto la guida del M° Francesco Girardi, ha conseguito, col massimo dei voti, il Diploma di Flauto. Ha proseguito la sua formazione flautistica e musicale sotto la guida di Michele Marasco presso la “Accademia Italiana del Flauto” a Roma e con i flautisti Peter-Lukas Graf e Jean-Claude Gerard. Con gli ottavinisti Nicola Mazzanti (Maggio Musicale Fiorentino) e Maurizio Simeoli (Teatro alla Scala) ha perfezionato lo studio dell'Ottavino. Fondamentale, nella sua formazione Artistico-Musicale, è stato l’incontro con Andrea Oliva, Primo Flauto Solista della “Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia” di Roma, con il quale continua lo studio ed il perfezionamento flautistico dopo aver seguito corsi di Alto Perfezionamento Musicale all’“Accademia Nazionale di Santa Cecilia” in Roma. Ha partecipato e vinto numerosi Concorsi Nazionali ed Internazionali.


Luigi Sala: Vincitore nel 2015 del concorso di secondo oboe per l' orchestra del Teatro Petruzzelli di Bari, attualmente ricopre tale ruolo. Si diploma nel 2008 con il massimo dei voti sotto la guida del M. Ambrosini, all'istituto musicale G. Donizetti di Bergamo. In seguito si perfeziona con il M. Indermuhle alla scuola di musica di Fiesole, con il M. Negroni e con il M. Orlando. Frequenta numerose master-classes con oboisti di spicco nel panorama mondiale, quali J. L. Capezzali, L. Navarro, F. Thouand e S. Schilli. Nel 2012 si classifica terzo al V concorso internazionale per oboe G. Ferlendis (unico italiano in finale). Dal 2010 al 2012 è primo oboe dell'orchestra dell'Accademia Mozart di Bologna. Dal 2011 al 2014 lavora all'Orchestra Sinfonica di Roma come primo oboe. Idoneo per l'Orchestra del Teatro dell'Opera di Roma, con la quale collabora tutt'ora, l'orchestra del Teatro Petruzzelli, l'orchestra del Teatro lirico di Cagliari; scritturato dall'Orchestra del Teatro San Carlo di Napoli dove collabora come primo oboe, l'Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, la filarmonica del Teatro La Fenice di Venezia, l' orchestra sinfonica G. Verdi di Milano, il Teatro Regio di Parma, 1813 di Como, Orchestra del Bergamo Musica Festival. Ha suonato sotto la direzione di illustri direttori quali Z. Metha, J. Valcuha, D. Gatti, ecc.


Michele Naglieri: Ha conseguito la Laurea di II Livello in Clarinetto con il massimo dei voti al Conservatorio G. Verdi di Milano L. Magistrelli e al Conservatorio della Svizzera italiana con i Maestri F. Benda e M. Rericha. E’ diplomando al corso di composizione. Ha seguito diversi corsi di perfezionamento con i più importanti musicisti del panorama mondiale quali A. Carbonare, A. Lonquich, R. Filippini, R. Stoltzman, K. Leister, K. Weber, M. Brunello, P. Moragues, B. Canino. Dal 2000 svolge un’intensa attività concertistica, suonando in diversi gruppi da camera in tutta Italia in particolare al Teatro Petruzzelli di Bari, Circolo Filodrammatici di Milano, Palazzina Liberty di Milano, in Germania (in tal contesto ha eseguito insieme al suo quartetto “quartetto Cromo” il “quartetto per la fine del tempo” di O. Messiaen durante il festival clarinettistico a Berlino) e in Belgio dove con l'ottetto di fiati ha eseguito musiche originali di Mayr, Beethoven, Salieri durante il Festival van Vlaanderen a Zaterdag. Il suo curriculum annovera altri innumerevoli titoli.


Mario Mattia Perticaro: Nato nel 1989, ha intrapreso giovanissimo lo studio del fagotto al Conservatorio S. Giacomantonio di Cosenza, conseguendo sotto la guida del M° Maurizio Barigione, con votazione 110/110 lode e menzione la Laurea di 1° livello in Fagotto e successivamente sotto la guida del Maestro Lucio Caucchiolo e di Valentino Zucchiatti la Laurea di 2° livello indirizzo solistico con votazione 110/110 lode e menzione d’onore. Successivamente si è perfezionato seguendo i preziosi consigli del M° Paolo Carlini. Ha collaborato in qualità di prima parte con l’Orchestra Nazionale della Radio Televisione di Mosca, l’ORT (Orchestra regionale toscana) , l’Orchestra Luigi Cherubini, l’ Orchestra del Cinema Italiana e con l’ orchestra sinfonica siciliana. Ha eseguito da solista il Concerto per due fagotti e orchestra di Vanhal, il Gran concerto per fagotto e orchestra di J.N. Hummel e la Sonata per fagotto e pianoforte di Camille Saint Saens. Durante le Stagioni cameristiche della Fondazione Teatro Petruzzelli 2015/2016 - 2016/2017 ha eseguito in ensemble da camera il Sestetto di Poulenc op.10 e il Quintetto in Mi b op.16 di L.V.Beethoven. Ha partecipato a diverse Tournée sia nazionali che internazionali.


Giovanni Emanuele Urso: Nato a Conversano (Ba) nel 1990, si diploma al Conservatorio di Monopoli all’età di 19 anni con 10 e lode sotto la guida del M° U. Musio. Debutta con le seguenti Orchestre: Teatro Stabile di Potenza, la Società dei concerti di Bari, il Collegium musicale di Bari, il Teatro Petruzzelli di Bari, Ico del Teatro politeama di Lecce (Primo corno), Orchestra della Magna Grecia, Orchestra Nazionale dei Conservatori d’Italia (Primo corno), Teatro Lirico di Spoleto. Continua gli studi sotto la guida del M° Luca Benucci e grazie ad egli ha la possibilità di far lezione con altri importanti solisti internazionali quali: D. Clevenger, S. Dhor, H. Bauman, S. Willis, S. de Leval Jezierski, W. Sanders, D. Bonet, J. Nielsen, Yoel Abadi, WerMulen, S. Baroncini, F. Lloyd, J. Williams, Frøydis Ree Wekre. Ottiene l'idoneità in svariate audizioni ed è invitato a numerosi festival musicali.Ottiene riconoscimenti sia in formazioni cameristiche sia come solista. Nel Marzo 2014 riceve la Laura di II livello in corno con il massimo dei voti più menzione d’onore al Conservatorio "B. Maderna" di Cesena (FC) seguito dal suo insegnante Luca Benucci. Dal 2014 al 2015 è studente alla "Buchmann-Metha School of Music" di Tel Aviv, dove prosegue la sua specializzazione con il secondo corno della Israel Philharmonic Orchestra, Yoel Abadi. Protagonista come “guest player” nella stagione sinfonica 2013-2017 con la Israel Philarmonic Orchestra sotto la direzione di Zubin Mehta con la quale effettuerà 5 grandi importanti tournée internazionali esibendosi in tutto il mondo. Ospite Primo Corno all’orchestra filarmonica di Jalisco in Guadalajara (Mexico), GIO orchestra in Girona (2015), Tiroler Festspiele Erl Orchestra (2016-2018). Nel marzo 2014 è primo idoneo come Terzo corno con l’obbligo del Primo e della fila al Maggio Musicale Fiorentino. Nell' Ottobre 2016 diventa Primo Corno stabile dell'Orchestra della Fondazione Lirico - sinfonica Teatro Petruzzelli di Bari. Vincitore di due audizioni per un periodo di prova come Primo corno nella Royal Philharmonic Orchestra di Londra e nella BBC Philarmonic di Manchester nel 2016/2017. Finalista nel maggio 2018 al Teatro alla Scala per il Concorso da Terzo Corno.


 

Indietro sabato 7 luglio 2018 @ 08:56 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus