Rosignano si impegna contro la pena di morte

Il comune ha aderito ad una rete internazionale.

Cronaca

Condividi
La giunta comunale ha aderito alla rete internazionale delle “Città per la Vita/ Città contro la pena di Morte” approvando la proposta avanzata dalla Comunità di Sant’Egidio (DGC n. 247 del 25/07/2018), che è fondatrice della rete, per cancellare la pena capitale dal panorama mondiale e proclamare il 30 novembre Giornata cittadina “Contro la pena di Morte”. La Comunità infatti il 30 novembre di ogni anno, in occasione della Festa della Toscana - il primo stato in tutto il mondo ad abolire la pena di morte nel 1786 – celebra la Giornata Internazionale Città per la Vita - Città contro la Pena di Morte, la più grande mobilitazione abolizionista a livello internazionale, che coinvolge oltre 2mila Comuni con iniziative a carattere educativo ed eventi di sensibilizzazione dei cittadini. La giunta ha aderito alla rete nella convinzione che ogni comunità cittadina, per voce dei propri organi rappresentativi, possa contribuire ad accrescere il rispetto della vita e della dignità dell’uomo in ogni parte del mondo. Infatti in molti stati permane la pratica disumana della pena di morte, che viola i diritti umani, sebbene nell’ultimo anno sono diminuiti i casi di esecuzioni capitali. Per questo la Comunità di Sant’Egidio fa appello alla sensibilità e all’impegno delle istituzioni per sensibilizzare la società civile sull’abolizione della pena di morte, in vista della Risoluzione per una Moratoria Universale della pena capitale che il prossimo dicembre sarà chiamata ad approvare l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite.

Indietro lunedì 30 luglio 2018 @ 20:09 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus