Muore giovane di 19 anni nelle acque dell'Innamorata

La tragedia si è consumata nel pomeriggio di ieri durante un'immersione

Cronaca

Condividi
Immagine di repertorio

Quella che doveva essere una giornata estiva all'insegna della famiglia e del mare si è trasformata in una tragedia. Nelle prime ore del pomeriggio di ieri al largo della spiaggia dell'Innamorata, nel comune di Capoliveri, ha perso la vista il giovane Michele Maccianti, 19 anni, residente a Follonica. Il ragazzo era partito proprio da lì, a bordo di un gommone con i familiari, la sorellina minore, la madre e il suo compagno, per passare qualche ora spensierata nelle acque elbane. Nel giro di pochissimo tempo, le isole Gemini, paradiso per gli amanti dello snorkeling e delle immersioni si sono trasformate in un inferno per la famiglia Maccianti. Michele si era tuffato per un tour in apnea tra i fondali quando i parenti si sono accorti che tardava a riemergere. Subito è scattato l'allarme a cui ha risposto prontamente un'unità della Guardia Costiera che si trovava nelle vicinanze per la quotidiana attività di controllo della costa. Purtroppo già dai primi momenti la situazione è risultata gravissima. Recuperato dall'acqua, Michele è stato portato a riva privo di conoscenza e da quel momento inutili sono stati tutti i tentativi di rianimarlo. Sul posto, le operazioni di soccorso sono state affidate al medico e ai sanitari del 118 della Pubblica Assistenza. Vano è stato anche l'arrivo del Pegaso, che ha atteso Michele, trasportato in ambulanza, agli impianti sportivi di Capoliveri. Dopo quasi due ore, non c'è stato niente da fare ed è stato dichirato il decesso del diciannovenne. La causa, probabilmente un malore improvviso. Martedì 14 agosto ci saranno i funerali a Follonica, dove la salma è sià stata trasferita nella tarda serata di ieri.

Ilaria Leonelli
 

Indietro domenica 12 agosto 2018 @ 09:45 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus