Terza edizione di "Cover Green-Musica da guardare"

A Piombino la rassegna di copertine di vinili d'epoca

Eventi

Condividi
Il pianista Nico Pistolesi

 

Mercoledì 22 agosto 2018 parte la terza edizione di Cover Green - Musica da guardare, in programma a Piombino (LI) fino a domenica 26 agosto, organizzata dall'associazione Covergreen con il sostegno del Comune di Piombino, il patrocinio della Regione toscana e in collaborazione con Pro Loco e Arci Piombino.

L'edizione 2018 avrà come filo conduttore il 1968 ("Quando i giovani cambiarono la musica e la musica cambiò i giovani") e si svolgerà nelle sale di Palazzo Appiani, dove sarà allestita la mostra con centinaia di vinili d'epoca (con una parete specifica sui titoli del '68), e Piazza Bovio, straordinaria location a pochi metri dal mare che accoglierà gli eventi con gli ospiti.

La mostra sarà inaugurata mercoledì 22 alle 18.00 in Palazzo Appiani, si potrà visitare tutti i giorni fino al 26 agosto, dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 17.30 alle 23.00. L'inaugurazione sarà impreziosita dalle note di Nico Pistolesi, talentuoso pianista toscano attento alle sperimentazioni tra jazz, classica e contemporanea.

Il protagonista del primo appuntamento sarà Antonello Cresti, intervistato dal giornalista e scrittore Donato Zoppo. Nato a Firenze nel 1980, Antonello Cresti si occupa da anni di controcultura, musica underground, spiritualità, mondo britannico e pensiero anticapitalista, argomenti ai quali ha dedicato dieci libri, in particolare il progetto Solchi Sperimentali, che quest'anno si è arricchito del nuovo volume Solchi Sperimentali Kraut(Crac Edizioni), dedicato alle avanguardie musicali tedesche tra il 1968 ed il 1983. Solchi Sperimentali e in generale l'attività di Cresti hanno contribuito con successo a valorizzare il contributo italiano e straniero alla musica di avanguardia e sperimentale, attivando un circuito positivo di eventi e nuovi progetti. La sua partecipazione a Cover Green sarà fondamentale per capire il rapporto tra copertine e movimenti d'avanguardia tra Italia e Germania, con un occhio di riguardo alle grandi eredità sperimentali dell'epoca d'oro e alla contemporaneità.
 

Indietro sabato 18 agosto 2018 @ 11:17 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus