Ritrovata un'altra ecoballa in mare a Populonia

È stata recuperata dalla Guardia Costiera. Si indaga per la provenienza

Ambiente

Condividi

È stata ritrovata un’altra ecoballa nel mare piombinese, questa volta a Populonia.
È accaduto nella mattinata di ieri, venerdì 24 agosto, dopo la segnalazione di un diportista della presenza di un’ecoballa a circa 300 metri dal faro di Populonia.
Immediato è stato l’intervento dei mezzi della Guardia Costiera di Piombino, che ha impedito al rifiuto di piaggiarsi, evitando danni sia all’ambiente marino che alla balneazione.
Grazie alla collaudata collaborazione tra Ufficio Circondariale Marittimo di Piombino e Comune l’ecoballa è stata bloccata e recuperata dalla motovedetta della Guardia Costiera insieme al mezzo di una società specializzata in trattamento di rifiuti.
Al momento il rifiuto si trova in un’area portuale di Piombino in attesa dello smaltimento. L’Ufficio Circondariale Marittimo di Piombino, comandato dal Tenente di Vascello Rossella Loprieno, dopo aver informato l’Autorità Giudiziaria dell’accaduto, sta continuando le indagini al fine di valutare la provenienza dell’ecoballa e con la collaborazione dell’Arpat sta effettuando campionamenti sul materiale recuperato per confrontarsi le analisi con quelle relative al precedente ritrovamento.
 

Indietro sabato 25 agosto 2018 @ 16:47 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus