Premio Arte Acqua dell'Elba 2018, presentati i vincitori

Lunedì 27 agosto è stata inaugurata la mostra "Il profumo del mare"

Cultura

Condividi

“Tra le fonti d’ispirazione della creatività di Acqua dell’Elba, l’arte ricopre da sempre un posto d’onore. Le idee che l’artista forgia in un’opera sono un simbolo potente che ben esemplifica lo sforzo che quotidianamente noi artigiani mettiamo nella trasformazione di un’emozione in un manufatto. L’arte in questa accezione, è uno dei segreti di Acqua dell’Elba, quell’elemento non replicabile che rende tanto preziosi e unici i nostri prodotti”.

Da queste premesse è nato, tre anni fa, il Premio Arte Acqua dell’Elba, in collaborazione con l'Accademie di Belle Arti di Brera. Un progetto che conferma la passione del brand elbano per tutto ciò che rappresenta la bellezza, nelle sue varie declinazioni, e il suo impegno nei confronti della cultura, in particolare dell’arte contemporanea, e della valorizzazione del talento giovanile, vero motore del nostro futuro.

Fabio Murzi: «È un grande piacere, come sempre, per Acqua dell’Elba, promuovere queste iniziative per l’arte e, soprattutto, per gli artisti. Un lavoro, questo, molto importante, sia per la società che per gli esseri umani. Molto importante anche per la nostra azienda in quanto linfa vitale che ispira quotidianamente il nostro lavoro di artigiani. È veramente una grande soddisfazione vedere la gioia nei volti di questi ragazzi, che così giovani ricevono questo premio. Ricordo ancora con grande piacere, durante una visita nei nostri laboratori di alcuni vincitori, il racconto di una ragazza, che, tutta commossa, mi disse: “È una grande gioia e mi rende molto felice questo premio, perché mi dà una grande forza e una grande speranza per il futuro”».

20 gli artisti in concorso, provenienti da tutto il mondo e selezionati tra i migliori allievi dell’Accademia milanese, che nei mesi scorsi, sotto l’esperta supervisione del Prof. Ignazio Gadaleta, hanno convogliato le loro energie creative e messo in campo le loro conoscenze per produrre delle opere realizzate con tecniche diverse (dalla pittura alla scultura, fino alle più moderne arti multimediali), dando vita ad un’edizione di altissima qualità, ispirata, quest’anno, ad un tema simbolo per l’azienda elbana: “il profumo del mare”.

Norman La Rocca: «Questa terza edizione del Premio è molto particolare rispetto alle altre due, perché, a differenza delle prime due, per l’appunto, con le quali le idee, in qualche modo, si sono tramutate per noi in fonte d’ispirazione per dei manufatti e per delle creazioni, questa volta i nostri manufatti, le nostre creazioni, il nostro messaggio, che è il profumo del mare, è diventato a sua volta una forma, una creazione, un qualcosa di concreto, di tangibile, che si possiamo vedere ma anche toccare quest’anno, a differenza delle altre opere. Operazione che ci darà dei nuovi stimoli per alimentare di nuovo il percorso creativo che ci porterà a creare nuovi prodotti, quindi un circolo virtuoso che si gioca su questi tre fattori: noi, i ragazzi, le loro idee. È il nostro lavoro quotidiano. Opere innovative, fresche… Noi siamo molto felici di poter avere questa collaborazione con l’Accademia di Brera, molto contenti di avere dei ragazzi che esprimono le loro potenzialità, tutte le loro energie, tutti i loro sogni, le loro aspirazioni in queste opere. Non solo nelle tre vincitrici, non solo nelle due che acquisteremo, nell’arco di questa settimana, in più, ma in tutte e 20».

L’esposizione si è aperta lunedì 27 agosto con l’importante momento della consegna dei premi ai vincitori di questa edizione 2018: Erika Bellanca, con l’opera "Immersione", Francesca Santoro con "Trasparenze", e Daniel Sheytanov con "Influenze Simultanee".

E.B: «La mia opera si chiama “Immersione” e invita lo spettatore ad immergersi in uno spazio subacqueo trasparente, in cui interno ed esterno dialogano, in cui, infatti, si crea un’apertura. È una stampa su corteccia sbiancata».

F.S: «La mia opera si intitola “Trasparenze” e si ispira all’idea del profumo, che evoca un’immagine di trasparenza, appunto, e di purezza, caratteristiche presenti nel mare dell’isola d’Elba, che lascia intravedere il fondale».

D.S: «La mia opera, “Influenze simultanee”, è una conseguenza delle tante sinestesie che il mare regala in modo quasi magico. Quindi ho cercato di interpretarle facendo delle mescolanze con diversi colori che si influenzano simultaneamente, appunto per sottolineare questa continua influenza tra le percezioni: il vento che tira, il calore del mare, della spiaggia, quindi un miscuglio di tante percezioni che formano delle sinestesie che poi ho cercato di trasmettere nella mia opera, nel mio quadro».

I giovani artisti hanno ricevuto una borsa di studio del valore di 1500,00 euro istituita da Acqua dell’Elba.

La giuria, quest’anno, è stata presieduta dal Direttore dell’Accademia di Brera, il Prof. Franco Marrocco, dal Prof. Ignazio Gadaleta, curatore della mostra e del catalogo, dai professori Giovanni Iovane e Gaetano Fanelli, e dall’artista Cristina Sammarco, in rappresentanza di Acqua dell’Elba. Considerato l’alto valore delle opere proposte, sono state segnalate con una menzione speciale anche le opere di altre tre artiste, mentre Acqua dell’Elba ha deciso di consegnare altre due borse di studio.

La mostra “Il profumo del mare” sarà esposta presso la Sala “Telemaco Signorini” di Portoferraio fino al 31 agosto. Nel frattempo, Acqua dell’Elba rinnova l’appuntamento alla prossima quarta edizione del Premio, manifestazione culturale di decisa rilevanza internazionale, e ormai appuntamento fisso dell’estate elbana.

Per vedere il video servizio clicca qui

Silvia Leone
 

Indietro giovedì 30 agosto 2018 @ 10:13 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus