È arrivata al porto di Piombino la nave “Vega Lea”

Le oltre 18mila tonnellate di blumi faranno ripartire il treno di laminazione

Cronaca

Condividi
foto del sindaco Massimo Giuliani

“Vega Lea”, questo è il nome della prima nave arrivata al porto di Piombino da quando le Acciaierie sono entrate a far parte del gruppo indiano di Jindal.

Con una lunghezza di circa 190 metri, il cargo liberiano è arrivato il 2 settembre con un carico di 18.400 tonnellate di blumi.

“Un forte segnale di ripartenza e di speranza per lo stabilimento”, ha dichiarato il sindaco di Piombino Massimo Giuliani nella giornata di domenica sulla sua pagina Facebook con un post. “Questa nave, in arrivo oggi nel nostro porto, evoca e trasmette speranza”.

È stato dunque riattivato il treno rotaie e le Acciaierie finalmente riprendono vita dopo molti mesi di inattività. Per fine ottobre poi, è prevista la ripartenza degli altri treni di laminazione.

Un clima dunque positivo per i lavoratori e per tutta la città di Piombino, che consente di guardare al futuro in modo più sereno.

Indietro martedì 4 settembre 2018 @ 17:19 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus