Collisione tra due motonavi al largo della Corsica e di Capraia

Fuoriuscito del carburante, si lotta per scongiurare il rischio ambientale

Cronaca

Condividi

Ieri mattina si è verificata una collisione tra due navi al largo della Corsica, per la precisione a circa 14 miglia da Capo Corso, circa un’ora di navigazione dall’isola di Capraia.

Lo scontro è avvenuto tra la motonave tunisina “Ro-Ro Ulysse”, che trasportava camion e auto, e la portacontainer “Cls Virginia”, battente bandiera di Cipro.

Le cause e la dinamica dell’incidente sono ancora da accertare e saranno oggetto di un’inchiesta giudiziaria aperta dalle autorità francesi.

Nessun ferito fortunatamente, ma l’allarme, ora, riguarda l’inquinamento dell’ambiente: nella collisione, infatti, è fuoriuscita una grande quantità di carburante, che ha formato in quello specchio di mare una chiazza oleosa e nera di quasi 10 km quadrati, che minaccia la parte alta del mar Tirreno, zona del Santuario dei Cetacei.

In queste ore si sta dunque lavorando per scongiurare il rischio di un disastro ambientale che avrebbe conseguenze serie e preoccupanti su questo angolo di paradiso.

L’Italia è intervenuta prontamente sul luogo dell’incidente, inviando dei mezzi specializzati per aiutare nei soccorsi e per contenere lo sversamento, tra le quali un’unità partita dal porto di Livorno, cui si sono aggiunte in queste ore anche tre motovedette d'altura della Guardia Costiera, tra le quali vi è la Nave “Giulio Ingianni” CP 409, che fa base proprio a Livorno e che è dotata di sofisticate apparecchiature per fronteggiare l’inquinamento marino.

Indietro lunedì 8 ottobre 2018 @ 17:45 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus