Allerta meteo prolungata fino alle ore 14 di domani

Le scuole resteranno chiuse all’isola d'Elba, nel livornese e nel grossetano

Maltempo

Condividi
Danni del maltempo a Portoferraio

Il maltempo che sta flagellando la Toscana e il resto della nostra penisola non sembra voler concedere nemmeno un momento di tregua.

Dato il prolungarsi dei fenomeni meteorologici tutt’ora in atto, la Protezione Civile regionale ha infatti esteso l’allerta meteo fino alle ore 14 di domani, martedì 30 ottobre: anche in questo caso, codice "rosso" per venti forti e violente mareggiate, codice "arancio" per temporali e rischio idro-geologico.

Anche per domani, quindi, è stata disposta dalla Protezione Civile provinciale e regionale e dai sindaci dei comuni interessati dall’allerta la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado.

Tale provvedimento è da ritenersi valido per tutta la giornata, fatte salve nuove determinazioni che potrebbero conseguire al mutamento delle condizioni meteo.

La ragione, come fanno sapere, ad esempio, dal Comune di Portoferraio, dove questa mattina è stata allestita la sala operativa del COC, il Centro Operativo Comunale per la gestione dell’emergenza maltempo sull’Elba, è anche legata alla necessità, da parte di Vigili del Fuoco, forze dell’ordine e Protezione Civile, di provvedere alla messa in sicurezza delle situazioni di pericolo che si sono create in conseguenza delle fortissime raffiche di vento di queste ore.

Tantissimi sono stati, infatti, i casi di rami e alberi caduti sulle strade e sui fili della corrente, cartelli divelti o piegati dal vento, allagamenti dovuti alle intense mareggiate, con l’alta marea che ha invaso le carreggiate vicine ai litorali, ai porti e alle darsene. Numerose anche le segnalazioni di tetti scoperchiati, di frammenti di tegole e intonaco precipitati in strada, di grondaie cedute e altri oggetti pericolanti. Registrati anche crolli di strutture e di muretti.

Per quanto riguarda l’Elba e le isole, si prevedono ulteriori disagi per quanto riguarda i collegamenti marittimi, ancora bloccati.

Si rinnovano le raccomandazioni alla massima prudenza. Sindaci, autorità e dalla Protezione civile, che hanno invitato i cittadini a limitare gli spostamenti allo stretto necessario, a prestare la massima attenzione e cautela negli spostamenti inevitabili, tenendosi a distanza di sicurezza dai litorali, dalle zone alberate e dalle abitazioni da due o più piani

Indietro lunedì 29 ottobre 2018 @ 18:12 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus