Manifestazione contro il raddoppio di Rimateria

Giuliano Parodi sindaco di Suverto: "dove sono gli altri sindaci?" Il link del nostro servizio

Piombino

Condividi

 

Piazza Cappelletti a Piombino gremita di gente, applausi, urla, slogan, striscioni, sabato 27 ottobre.


Inutile fare i conti 600-700 persone, non ha importanza, erano moltissimi i cittadini di Piombino che hanno fatto sentire la loro voce contro il “mostro” di Rimateria, ormai definita anche così la tanto discussa discarica situata in Località Ischia di Crociano. La manifestazione era stata organizzata dal Comitato Salute Pubblica Piombino, promotore anche del referendum sull’ampliamento della discarica e sulla cessione ai privati delle quote di maggioranza.

Lo stesso Comitato annunciava dalla sua pagina Facebook : I temi che saranno trattati durante la manifestazione sono i seguenti:

1) La "Piramide di Cheope" di rifiuti speciali con altri 2 milioni e 800 mila metri cubi oltre quelli già presenti in discarica, e che saranno portati a Piombino raddoppiando l'attuale impianto;
2) La privatizzazione del secondo 30% alla società Navarra, e l'accelerazione dei tempi di vendita, prima della risposta della commissione comunale sui quesiti referendari. Una fretta davvero immotivata e senza alcuna spiegazione da parte dei Sindaci soci.
3) La scelta politica dell'attuale maggioranza di far passare Piombino alla monocultura dei rifiuti (con altre cinque aziende che presto si insedieranno in città), senza che questo argomento fosse in alcun modo indicato nel programma elettorale dell'attuale giunta piombinese votato nel 2014.

La riunione dell’assemblea dei soci Asiu che doveva votare per la cessione del secondo pacchetto alla società della laziale Navarra, prevista per lunedì era stata invece posticipata su richiesta del sindaco di Piombino Massimo Giuliani, per rasserenare il clima di questi giorni sempre più teso.

Vari gli interventi durante l’arco della mattinata ma a sorprendere tutti i partecipanti la presenza di un solo sindaco della Val di Cornia, Giuliano Parodi sindaco di Suvereto. Parodi si è rivelato un vero e proprio ciclone di parole e concetti con un intervento preciso che molti hanno apprezzato con applausi.

Vista la presenza di un solo sindaco, Parodi ha esortato i cittadini degli altri comuni a porre domande chiare ai propri sindaci, a chiedere cosa appunto pensano di questa grande discarica. Le risposte non vanno solo chieste al sindaco di Piombino ha sostenuto il sindaco di Suvereto, ma anche agli altri sindaci che di fatto anch’essi sono soci di Rimateria, ma che tuttavia non hanno partecipato alla manifestazione. L’osservazione viene fatta anche nei confronti del sindaco di Piombino Massimo Giuliani, che anche in questa occasione non era presente.

Al termine del suo accorato intervento Giuliano Parodi ha rilasciato a TeleToscanaElba una sua breve dichiarazione

Seguiremo ancora nei prossimi giorni gli sviluppi su questa complessa vicenda e la preoccupazione dei comitati e dei cittadini tutti, per i problemi di salute pubblica che Rimateria ed il suo raddoppio potrebbe dare in futuro.

Per vedere il servizio clicca qui: https://teletirrenoelba.com/rimateria-manifestazione-contro-il-raddoppio-della-discarica/

 

 

 


 

Indietro giovedì 1 novembre 2018 @ 11:02 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus