Polizia e scuole uniti per combattere il consumo di droga

Giovani e sostanze stupefacenti, il dialogo alla base della prevenzione

Attualità

Condividi

Il Commissariato di Pubblica Sicurezza di Portoferraio da ieri ha dato il via ad un progetto educativo rivolto ai giovani, iniziando dalla scuola “G. Pascoli”.

Un programma didattico itinerante che li vedrà impegnati nelle scuole che ne hanno fatto richiesta.

L'attenzione è focalizzata sul consumo di droga tra i giovani e che vede sempre più la riduzione dell’età dei ragazzi che ne fanno uso e sul ruolo della Polizia di Stato, chiamata a far rispettare le leggi e non solo.

L'obiettivo principe, infatti, che la polizia si pone è di aprire un dialogo con i giovani al fine di prevenire questi fenomeni.

Le droghe fanno male; prevenire vuol dire anche divulgare la conoscenza degli effetti delle sostanze stupefacenti e proprio con questi interventi, dedicati soprattutto alle scuole secondarie di I grado, la polizia vuol essere accanto agli insegnanti nelle scuole, perché, proprio partendo dalla scuola si deve combatte la piaga della droga, informando e formando, non allentando mai la guardia. L’uso e l’abuso di sostanze stupefacenti è tanto più pericoloso se coinvolge i più giovani.

Ma la Polizia di Stato vuole, anche, lanciare un messaggio ai ragazzi, porsi sempre davanti nella vita un solo principio: quello del rispetto personale e degli altri.

Nelle prossime settimane sarà la volta di Porto Azzurro, Capoliveri e Rio.
 

Indietro mercoledì 7 novembre 2018 @ 12:30 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus