Dissalatore, a breve il bando per l’inizio dei lavori

ASA lo ha comunicato in una nota ai Comuni di Porto Azzurro e Capoliveri

Mola

Condividi
Progetto del dissalatore di Mola

A breve dovrebbero partire ufficialmente i lavori per la costruzione dell’impianto di dissalazione di Mola, che sorgerà nell’area tra i Comuni di Porto Azzurro e Capoliveri, e che, secondo i suoi fautori e sostenitori, dovrebbe garantire l’autonomia idrica dell’intera isola d’Elba.

ASA Spa, la società che si occupa dell’iter di realizzazione del progetto, lo ha comunicato nei giorni scorsi alle rispettive amministrazioni, avvisando che è in fase di preparazione il bando per affidare tramite gara l’appalto per la parte iniziale dei lavori, previsti “presumibilmente” per il mese di febbraio 2019, con interruzione nel periodo estivo.

Secondo quanto scritto da ASA nella sua comunicazione, resa nota via social dal comitato cittadino del “No al Dissalatore”, questa prima fase di interventi, che si aggira su un importo di oltre i 2 milioni e mezzo di euro, riguarderà la posa dell’infrastruttura di collegamento idraulico tra l’area del dissalatore e, da una parte, la dorsale di distribuzione nel Comune di Porto Azzurro, mentre, dall’altra, la vasca di intake nei pressi della spiaggia di Lido di Capoliveri.

Quest’ultima parte degli interventi potrebbe essere rivalutata, comunica ASA, prima dell’inizio dei lavori, previsti, su questa tratta, per l’autunno 2019.

Nel frattempo, protestano i cittadini sfavorevoli al progetto e annunciano che la loro battaglia contro il cosiddetto “ecomostro di Mola” non finirà qui.

Indietro giovedì 29 novembre 2018 @ 15:51 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus