Associazioni di categoria chiedono più responsabilità

Continue diatribe per fare emergere i propri individualismi porteranno all'oblio

Attualità

Condividi

Anche le associazioni di categoria fanno sentire la loro voce.

Il Comune Unico non siamo riusciti a farlo, ma il comportamento tenuto dai sindaci o dai loro rappresentanti nell’ultima riunione della G.A.T. è l’ulteriore e decisiva prova che più che mai ora sarebbe necessario riproporlo.

Queste continue diatribe per fare emergere i propri individualismi ci stanno riportando indietro anni luce.

Si cerca di farsi pubblicità all’avvicinamento della scadenza del mandato, mettendo a rischio il futuro della nostra economia e delle nostre aziende.

E’ ormai noto che, dopo anni di crescita, il 2018 ha fatto registrare il primo anno con un decremento delle presenze turistiche e le prospettive parlano di una recessione economica, stante l’incertezza governativa italiana ed europea ed il ritorno forte sul mercato turistico dei paesi del Nord Africa, oltre a Turchia e Grecia.

Per affrontare e superare il rischio di recessione occorrono tre cose, continuano le associazioni di categoria:

- che l’Elba sia unita sia come gestione turistica e politico/amministrativa;
- che si incrementino gli investimenti in promozione per contrastare la diminuzione di domanda;
- che si portino avanti gli investimenti nella struttura aeroportuale (di fondamentale importanza per attrarre fette di mercato per noi attualmente inaccessibili) ed in tutti i progetti di interesse comprensoriale.

Non interessa in questo momento se la gestione della G.A.T. sia meglio lasciarla al Comune di Capoliveri o affidarla a qualche altra amministrazione.

Non si affronta la recessione con l’immobilismo o con discussioni sterili e di basso profilo.

Se terminasse l’esperienza della Gestione Associata, l’unica prospettiva possibile sarebbe un ritorno all’oblio.

Dunque, ognuno provi a rinunciare a qualcosa, correggete gli errori commessi, a discutere anche animatamente, ma senza affossare l’esperienza positiva della G.A.T. Concludono le associazioni di categorie.

 

Indietro venerdì 30 novembre 2018 @ 12:57 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus