Mercoledì 5 dicembre i primi incontri a Palazzo Appiani

Al via la seconda fase della Variante di manutenzione al Regolamento Urbanistico

Piombino

Condividi

 

Con la conclusione della 1° fase della Variante, che porterà all’attuazione delle modifiche per rendere più flessibili interventi di ristrutturazione, destinazioni d'uso, correttivi per favorire la diffusione e lo sviluppo di attività di tipo turistico ricettivo, l’amministrazione comunale ha appena dato avvio al procedimento, più lungo e complesso, della 2° fase che riguarda modifiche di destinazione urbanisticva e normative per gli ambiti extra urbani.

Dalla prossima settimana sono in programma incontri con associazioni di categoria, quartieri, professioni, operatori turistici e associazioni per illustrare e avviare un confronto sui temi di questa nuova fase di modifiche. 

Si comincia mercoledì 5 dicembre alle ore 15,00 presso la sala riunioni di palazzo Appiani (2° piano), con associazioni di categoria, associazioni ambientaliste e operatori turistici.

Giovedì 6 alle 17,00 nella sala consiliare è previsto l’incontro con i presidenti e i consigli di quartiere e il 12 dicembre alle 10 con gli ordini professionali. In seguito verrà programmata anche un’iniziativa pubblica con tutta la cittadinanza.

La Variante di manutenzione/adeguamento del vigente RU è stata articolata infatti in due fasi temporali per rendere applicabili sin da subito le modifiche meno complesse dal punto di vista procedurale.

La prima fase (che tratta il 74% circa dei temi/segnalazioni pervenute nel corso della “campagna di ascolto” avviata dall’amministrazione nel 2016), riguarda temi e previsioni interne al perimetro del territorio urbanizzato non incidenti su beni paesaggistici. L’iter si è concluso il 29 novembre con l’approvazione in consiglio comunale delle controdeduzioni alle osservazioni presentate dai cittadini.

La seconda fase, il cui procedimento è stato avviato in questi giorni con una delibera di giunta, riguarda previsioni che incidono su beni soggetti a tutela paesaggistica e quindi soggette a un iter procedurale ordinario e più complesso.

I temi affrontati nell’ambito di questa seconda fase riguardano essenzialmente modifiche di destinazione urbanistica, modifiche normative sugli insediamenti esistenti, sugli ambiti produttivi e turistici nel territori rurale, sui parchi pubblici urbani e territoriali.

L’amministrazione comunale ha recepito alcune richieste pervenute dalla campagna d’ascolto del 2016. Per quanto riguarda il parco della Sterpaia, ad esempio, è stata accolta la possibilità di riorganizzare gli ambiti di balneazione esistenti, con riorganizzazione delle funzioni utilizzando gli stessi volumi. La ratio è quella di poter modificare e disciplinare alcuni interventi, anche in assenza di un piano particolareggiato. 

Sul territorio rurale aperto è stata introdotta la possibilità di incentivare lo svolgimento di sport all’aria aperta dando la possibilità di realizzare dotazioni minime di servizio.

Come previsioni turistiche la Variante interviene e modifica l’area di trasformazione che riguarda Borgo degli Ulivi di Riotorto e recepisce la richiesta del quartiere Populonia Fiorentina di modificare l’At37 di viale Etruria per poter insediare un ambulatorio medico nella frazione.

L’obiettivo dell’amministrazione comunale è di portare questa seconda fase di modifiche in consiglio comunale a gennaio 2019.

Subito dopo si aprirà il periodo delle osservazioni, 60 giorni, al quale seguirà l’approvazione definitiva del documento entro la fine della legislatura.
 

Indietro martedì 4 dicembre 2018 @ 09:08 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus