Divisi anche sul 25 Aprile

Di Francesco Semeraro

Portoferraio

Condividi

Alla celebrazione dell'anniversario della liberazione d'Italia anche Portoferraio ha vissuto vari modi di solennità per una data così significativa per la storia della nostra città e d'Italia anche ricordata da storici convenuti alla Gran Guardia per l'occasione e dal Sindaco di Portoferraio nella celebrazione Istituzionale.

Non prendiamocela con i ragazzi se non sanno coniugare il significato della festa più simbolica della nostra Italia perché noi adulti navigati di sapere e di insegnamenti di parte riusciamo quasi a creare loro confusione del significato specifico del 25 aprile.

Dovrebbe essere una festa e invece si litiga, dovrebbe unire e al contrario divide, dovrebbe farci sentire un unico paese ma frantuma l'Italia in tante piccole e incomplete esposizioni di comodo.

"Festeggiare il 25 aprile - ricorda il Presidente Mattarella - significa celebrare il ritorno dell'Italia alla libertà e alla democrazia dopo vent'anni di dittatura, di privazione delle libertà fondamentali, di oppressione e di persecuzioni. La storia insegna - continua il Presidente - che quando i popoli barattano la propria libertà in cambio di promesse di ordine e di tutela, gli avvenimenti prendono sempre una piega tragica e distruttiva".

Viva il 25 aprile.

Francesco Semeraro.

Indietro venerdì 26 aprile 2019 @ 10:14 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus