Ancora grandi soddisfazioni per il giovane pianista elbano Matteo Bussi


Primo premio al Concorso Internazionale “Città di San Donà di Piave”
e protagonista al concerto “Giovani musicisti russi” a Livorno.

Musica

Condividi

Periodo ricco di soddisfazioni per il giovane pianista elbano Matteo Bussi, dodici anni, che vanno ad aggiungersi ai tanti riconoscimenti e premi già ottenuti nel corso del suo percorso musicale.

Lo scorso Sabato 18 Maggio ha preso parte al 7° concorso pianistico internazionale “Città di San Donà di Piave”, presso il Teatro Metropolitano Astra.
Alla presenza di un pubblico molto numeroso, Matteo si è esibito come solista all’interno del rinnovato e moderno teatro cittadino, suonando di fronte ad una prestigiosa giuria internazionale composta dal M° Paavali Jumppanen (Finlandia) , Presidente, M° Nati Ballarin (Spagna), M° Ingo Dannhorn (Germania/Sud Corea)
M° Davide Franceschetti (Italia), M° Heribert Koch (Germania), M° Snezana Nikolajevic (Serbia).

I concorrenti erano divisi per fasce di età e Matteo, nella sua categoria (2006-2008), si è messo alla prova con altri 20 ragazzi, provenienti per lo più dall’estero, tutti di altissimo livello tecnico, tra cui alcuni vincitori delle precedenti edizioni.

La giuria, al termine di un lungo consulto, visto l’elevato livello dei concorrenti in gara, ha assegnato a Matteo il primo premio con votazione di 95/100, con consegna di coppa, attestato di merito ed il riconoscimento di tutto il pubblico presente in sala.

Nello specifico Matteo ha eseguito, interamente a memoria, un programma della durata di oltre 8 minuti, eseguendo nell’ordine un brano di L. Van Beethoven (Sei variazioni sul tema di Paisiello “nel cor più non mi sento”) ed uno di Felix Mendelssohn, “La filatrice”, tratto dall’opera 67 n. 4 del grande compositore tedesco.

I pezzi di alta difficoltà tecnica ed espressiva, eseguiti in modo preciso ed impeccabile, hanno colpito favorevolmente i giudici, i quali già durante l’esecuzione hanno visibilmente mostrato apprezzamento per la sua performance.

Il giorno 4 giugno, a distanza di pochi giorni dal precedente evento, Matteo ha avuto il privilegio di essere invitato al concerto “Giovani musicisti russi”, che si è tenuto presso la splendida cornice della Fortezza Vecchia di Livorno, nella storica sala Canaviglia, organizzato dall’associazione “Recondite armonie” di Grosseto, diretta dai maestri Diego Benocci e Gala Chistiakova. L’evento, giunto alla V edizione, ha visto la partecipazione di una delegazione di giovani musicisti russi, tra gli 8 e i 16 anni, selezionati nelle scuole di tutta la Russia, tra cui alcuni studenti del celebre Conservatorio Statale “Tchaikovsky” e dell’Accademia Gnessin di Mosca, due delle più importanti istituzioni musicali russe.

Matteo ha esibito una serie di brani del suo repertorio, tra cui un difficilissimo pezzo del compositore austriaco Ernst Toch, “Der jongleur”, tratto da Burlesken, op. 31 n. 3, molto apprezzato dai maestri russi presenti in sala.

E’ stata quindi una bellissima esperienza, un modo per confrontarsi con altri musicisti di grande livello, con un diverso approccio allo studio dello strumento, oltre che un proficuo scambio culturale ed umano.

Un ringraziamento speciale va alla Maestra Marcella Chiesa, che segue Matteo sin da piccolo, e al Maestro Carlo Palese di Livorno che da due anni ne sta completando ed integrando il percorso di studi.

I prossimi appuntamenti a cui Matteo prenderà parte saranno:
25 Giugno – XXVIII Concorso internazionale della Versilia - Camaiore (LU)- Teatro dell'Olivo
6-7 Luglio II Concorso internazionale Città di Villafranca (VR) – Teatro “Alida Ferrrarini”
10 Agosto Concerto presso Centro Studi “Don Pietro Fanciulli” – Monte Argentario (GR)
23-27 Agosto – Masterclass Festival dei Colli 2019 – San Gemini (TR) 

Indietro mercoledì 12 giugno 2019 @ 12:25 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus