Terra Nostra, incontro con autorità portuale

Di Gruppo consiliare TERRA NOSTRA

Rio

Condividi

Lo scorso 22 maggio, il gruppo consiliare TERRA NOSTRA si è incontrato ancora una volta con alcuni tecnici dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Settentrionale per fare il punto su alcuni lavori riguardanti i porti di Rio Marina e Cavo.

Relativamente ai lavori di sistemazione della mareggiata del 28 ottobre 2018, abbiamo riscontrato una positiva volontà di addivenire con la massima rapidità al completamento del ripristino dei danni i cui lavori sino iniziati in settimana su Rio Marina. In particolare, sono in via di sistemazione l’asfaltatura della pavimentazione divelta, le ringhiere (già in parte sistemate), le panchine , le luci, e la camminata superiore. Saranno rimesse, ove mancanti, le pietre a faccia vista.Verranno istallate nuove pompe per lo smaltimento dei liquami prodotti in ambito portuale.

Resta da definire il problema del murales, attualmente fatiscente e da manutenere. Essendo di proprietà comunale, più volte è stato sollecitato che venga sistemato, ma ancora una volta il Comune rimane silente.

Per quel che riguarda il pontile di Vigneria sommerso, si provvederà con sufficiente immediatezza a prevedere la sistemazione di boe di fondo per delimitarne l’accesso ai natanti e /o bagnanti, essendo già stata emessa l’apposita ordinanza e avviso ai naviganti. Si sta valutando anche per la sistemazione definitiva dell’area.

Infine, si è fatto il punto sullo stato dei lavori per ciò che riguarda l’iter dell’Adeguamento Tecnico Funzionale. Relativamente al 1° stralcio, che riguarda il raddoppio della banchina interna di collegamento alla diga di sopraflutto del valore di un milione e mezzo di euro , sono terminate le fasi di carotaggio e raccolta dati, che rappresentavano elementi fondamentali per l’effettuazione del bando di gara per la progettazione definitiva. L’Autorita’ di Sistema Portuale sta valutando la possibilità di procedere con la gara per la progettazione definitiva di tutte le opere previste nell’ATF. L’impegno di ADSP è quello di riuscire entro quest’anno  ad espletare le procedure di nomina del vincitore.

E’ già stato poi eliminato dal Comune il punto di raccolta R.S.U. sito nel parcheggino antistante la vecchia Finanza;ESA spa ha già provveduto alle necessarie verifiche di nuova localizzazione.

Il gruppo consiliare TERRA NOSTRA, constatato l’impegno del comparto tecnico dell’Autorità, che ha dovuto nuovamente adeguare la carte alle nuove normative intervenute, ha fatto presente ancora una volta le forti perplessità sulla bontà politica del progetto, assolutamente a nostro giudizio inadeguato a fornire una parvenza di porto turistico allo specchio acqueo, ed anzi, pericoloso per la stessa sopravvivenza dei fondali. Abbiamo rimarcato come una delle residue possibilità di soluzione, sia quella di spostare la nave e costruire un vero punto di sbarco con annesso centro servizi a nord dell’abitato in direzione Cavo. Il sindaco Corsini, nei suoi incontri con ADSP non ha mai chiesto alcuna modifica del progetto, che va avanti con tutte le criticità forti che abbiamo rilevato.

Gruppo consiliare TERRA NOSTRA

Indietro sabato 15 giugno 2019 @ 08:22 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus