Gravi carenze nel museo nazionale delle residenze Napoleoniche all'Elba

Situazione di grave carenza di personale nel Museo nazionale delle residenze napoleoniche: Angelo Zini, sindaco di Portoferraio, scrive al Direttore del Polo museale della Toscana, Dott. Stefano Casciu.

Portoferraio

Condividi

La presente per sollecitare cortesemente la S.V. ad intervenire urgentemente nella situazione di grave carenza di personale nel Museo nazionale delle residenze napoleoniche, da molti mesi, dal pensionamento della Dott.ssa D'Aniello, il museo è privo di un responsabile scientifico dedicato; si registrano inoltre vuoti di personale di custodia, per mancate sostituzioni di pensionamenti, che hanno portato recentemente a forti riduzioni nelle aperture al pubblico. Tale situazione crea grave danno all'offerta culturale della città e dell'Isola, con gravi ripercussioni d'immagine e di riduzione della qualità dell'offerta turistica, nella situazione di avvio del massimo afflusso di visitatori.

Questa Amministrazione appena insediata dichiara la Sua preoccupazione e la sua disponibilità a fare concretamente quanto possibile per aiutare codesta direzione ad ovviare ai gravi problemi lamentati. Per la direzione anche con la collaborazione del Centro Nazionale degli studi Napoleonici, per i custodi, con interventi economici, anche del comparto turistico e con la collaborazione del volontariato.Riteniamo utile organizzare a breve apposita riunione, da concordare per vie brevi con la S.V. per affrontare operativamente la situazione.

Grato per l'attenzione che, ne sono sicuro, non mancherà di dedicare al problema, La prego di gradire i miei più cordiali saluti

Angelo Zini
Sindaco di Portoferraio 

Indietro martedì 25 giugno 2019 @ 18:58 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus