La cultura a Elba Book, fra traduzione e territorio

Nascerà un tavolo permanente di confronto fra gli assessori alla Cultura dei comuni elbani?

Rio

Condividi

Nascerà un tavolo permanente di confronto fra gli assessori alla Cultura dei comuni elbani? La proposta è stata lanciata con chiarezza pubblicamente durante il primo degli incontri organizzati da Elba Book Festival tra Regione Toscana e territorio. Moderata da Cecilia Pacini, presidente di Italia Nostra Arcipelago Toscano e Toscana e da Cinzia Battaglia, assessore alla Cultura del comune di Rio, la vice presidente ed assessore alla Cultura della regione Monica Barni ha aperto il primo degli appuntamenti (domani si parlerà di ambiente, mentre venerdì di istruzione). Erano presenti Nadia Mazzei, neo assessore alla Cultura di Portoferraio, il suo collega Lorenzo Cuneo neo assessore di Capoliveri, Fabrizio Grazioso assessore alla Cultura di Porto Azzurro, Chiara Paolini omologa per il Comune di Campo nell'Elba, l'assessore alla Cultura di Marciana Marina Santina Berti e Tiziana Pisani in rappresentanza del comune di Marciana, ma anche tanti addetti ai lavori e operatrici delle biblioteche locali.

"La cultura ha bisogno di investimenti - ha affermato Barni - e le istituzioni hanno il compito e il dovere di investire in cultura."

L'incontro è stato l'occasione per dialogare tra persone che, pur svolgendo le stesse mansioni, non sempre si trovano a collaborare. E' emerso che l'Elba ha bisogno di dialogare al suo interno per dare forza alla propria voce, che i problemi evidenziati in ambito di politiche culturali sono simili da comune a comune e che le attività culturali non si possono appoggiare soltanto sulla buona volontà delle cooperative e dei volontari. Temi noti, ma l'occasione ha evidenziato con forza la necessità di mettere mano ai problemi concreti. Come? Facendo rete.

La cultura - è stato rimarcato - non è da intendersi soltanto come fonte di intrattenimento per il periodo turistico, ma come lavoro incessante e capillare durante tutto l'anno. I progetti culturali nascono per dare risalto all'autenticità del territorio, non possono essere importati da altri luoghi, con l'obiettivo di ampliare la partecipazione sociale. Ne è un esempio questa edizione di Elba Book dedicata ai luoghi, che l'assessore Battaglia ha dichiarato di voler sostenere anche i prossimi anni. Idee e progetti ci sono, vanno sostenuti, quindi.

Una mattina piena di spunti e di riflessioni condivise, che potrebbero aprire la strada ad una vera rinascita culturale dell'isola. 

Indietro giovedì 18 luglio 2019 @ 09:27 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus