Festival: Elba isola musicale d’Europa, presentata la XXIII edizione

Dal 28 agosto al 9 settembre programmi sinfonici e corali, recital, serate jazz, spettacoli di danza e opere in versione da concerto.

Musica

Condividi

Fin dai suoi esordi, nel 1997, il Festival Elba, isola musicale d’Europa, si è conquistato un posto tra le rassegne internazionali, con un’offerta concertistica ampia e varia: programmi sinfonici e corali, recital, serate jazz, spettacoli di danza e opere in versione da concerto.

La XXIII edizione, in programma dal 28 agosto al 9 settembre, è stata presentata oggi, mercoledì 24 luglio, in sala Barile di palazzo del Pegaso, per accendere i riflettori su una manifestazione cresciuta negli anni, fino a sviluppare l’idea dei viaggi culturali, per esperienze musicali che si sposano con i luoghi suggestivi dell’isola d’Elba. Basti pensare ai concerti nelle pittoresche rovine delle ville romane, nelle fortezze medievali e nelle isole incontaminate dell’arcipelago, capaci di trasmettere al pubblico una particolare fusione tra musica e ambiente.

Di “festival longevo e importante” ha parlato il presidente della commissione Cultura, Gianni Anselmi, “non solo per il livello degli appuntamenti, ma anche per la capacità di declinare gli eventi con le bellezze del territorio”. “L’Isola d’Elba potrebbe parlare da sola – ha continuato – ma fortunatamente ci sono tante associazioni che la portano oltre confine, allungando la stagione estiva e coniugando cultura e musica, con le meraviglie dei luoghi”.

Sulla stessa lunghezza d’onda il presidente dell’Assemblea toscana, Eugenio Giani: “Questo festival di prestigio internazionale inizierà il 28 agosto alle Fortezze Medicee a Portoferraio, con un concerto per il cinquecentesimo anniversario della nascita di Cosimo I de’ Medici, con musiche rinascimentali d’amore e di battaglia, per ricordare quando, nei primi mesi del 1548, Cosimo ottenne da Carlo V l’incarico di difendere l’Elba, quindi i traffici commerciali del Tirreno, e, nel maggio dello stesso anno, iniziò a fortificare la città di Cosimo, da lui denominata Cosmopoli, città del kosmos, culla della civiltà e della cultura, esempio di equilibrio e razionalità”. Il presidente ha inoltre ricordato un altro anniversario, il 15 agosto 2019, per i 250 anni di Napoleone all’Elba.

Georges Edelman, fondatore e direttore artistico del Festival, e Nadia Mazzei, assessore alla Cultura del Comune di Portoferraio, si sono detti fieri di un festival che mantiene alta la qualità, che interagisce col territorio, ed è capace di dar vita a eventi da vedere e da ascoltare, grazie anche a tanti interpreti di fama.

Ancora uno spunto: ricordiamo il ruolo dell’associazione degli Amici del Festival, pronta a crescere e a creare un’affiatata cerchia di mecenati, amanti della musica e motivati a sostenere il percorso di crescita della manifestazione.

La conferenza stampa è stata anche l’occasione per esprimere, da parte del consigliere Anselmi a nome dell’Assemblea toscana, a fianco dell’assessore Nadia Mazzei, cordoglio e vicinanza ai parenti delle vittime e ai feriti, nell’esplosione della palazzina a Portoferraio.  

Indietro giovedì 25 luglio 2019 @ 10:55 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus