Concluso il quinto Magnetic Opera Festival

L’evento clou? Senza dubbio “Porgy and Bess”. Annunciato il programma dell’edizione 2020.

Capoliveri

Condividi

Si è conclusa lunedì 22 luglio, con una scenografica “Turandot”, la quinta edizione del Magnetic Opera Festival a Capoliveri (Isola d’Elba) organizzato dall’Associazione Culturale Maggyart.
Cinque gli appuntamenti serali, tra lirica e danza, ospitati quasi tutti alla Miniera di Ginevro.

Evento di punta di questa edizione è stato senza dubbio il fantastico “Porgy and Bess” con il New York Harlem Theater: lo spettacolo – proposto nella sua edizione originale ma adattato agli spazi così particolari della Miniera – ha lasciato il pubblico completamente entusiasta.

“E’ stata un’altra edizione di successo, che ha avuto un ottimo riscontro da parte del pubblico – commenta Luca Rossi, presidente dell’Associazione Maggyart.

Dall’8 al 22 luglio il Festival ha animato anche la Piazza Matteotti di Capoliveri con il ciclo di “Matinée” musicali quotidiani e gratuiti: una sorta di aperitivo musicale per ricordare e anticipare gli spettacoli serali.
In due mattine si sono svolte anche le "Junior-matinée", dove i protagonisti sono stati i bambini e la loro musica.
Sempre in Piazza Matteotti, ma di sera, l’8 luglio si è tenuto l’evento inaugurale, il concerto con il trio di soprano “Appassionante”, che è stato un vero successo di pubblico.

Intanto, gli organizzatori stanno già lavorando all’edizione 2020, che si terrà dal 5 al 22 luglio e di cui già annunciano il programma.

La sesta edizione di Magnetic Opera Festival proporrà “L’elisir d’amore” (Donizetti), “Bohème” (Puccini), “Così fan tutte” (Mozart) e “Nabucco” (Verdi), oltre a un concerto serale in Piazza Matteotti che verrà comunicato in seguito.

Indietro lunedì 29 luglio 2019 @ 11:43 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus