No ai palazzi galleggianti. Quella proposta dell’Autorità di Sistema che per Cosmopoli Rinasce era già nel proprio programma di governo.

Di Giovanni Frangioni

Portoferraio

Condividi

Quella proposta di adeguamento tecnico che prevede l’allungamento della banchina dell’Alto Fondale, più tutti gli altri interventi che riguardano il Molo Gallo e la Calata Depositi, Portoferraio non può permettersela.

L’adeguamento tecnico funzionale, dalla definizione morbida ma dal contenuto duro, consente all’Autorità di Sistema di modificare le destinazioni funzionali non essenziali. Cioè, modifiche non essenziali dal punto di vista funzionale o strutturale.

La parte che riguarda il rispetto dell’ambiente, la storia e i valori di quel luogo pare non riguardarlo. Si allunga la banchina per renderla funzionale agli attracchi delle navi da crociera.

Ma al di là di questi elementi, c’è un punto fermo sul quale soffermarsi.

Quella proposta che “Cosmopoli Rinasce” aveva già fatto propria, come lista trasversale poi diventata giunta delle larghe intese, nel suo programma di governo, magari pensando ad un progetto “nuovo e utile per il futuro di Cosmopoli”, ci fa interrogare all’involuzione di persone che provengono dalla sinistra, dal mondo ambientalista e dall’area storica e culturale che preliminarmente hanno scelto, in nome del futuro, una cosa vecchia e dannosa. Dobbiamo rimuovere l’idea che tutto si può modificare, senza il rispetto dell’ambiente e della storia e dei valori che la militanza a sinistra ci ha trasmesso.

Mettersi l’abito del verde dell’ambientalista nei giorni di festa e rimetterlo subito nell’armadio, è irritante oltre che ingiusto.

Non siamo tra l’altro di fronte a nessuna emergenza che imponga quella scelta.

Il chiaro invito è che la nuova giunta rinunci chiaramente a quel progetto di allungamento della banchina. Anzi non doveva far parte neanche del programma elettorale, con il quale ci si è presentati ai cittadini.

E’ un progetto che sfiducia e alimenta il pessimismo. Certo è, che molti cittadini esprimeranno la loro contrarietà. Lo dovranno fare anche per chi da poco è nato e chi non è nato ancora.

Indietro mercoledì 7 agosto 2019 @ 14:51 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus