Proseguono gli incontri culturali del festival Marciana Borgo d’Arte

L'incontro è a cura dell’associazione Pedalta.

Marciana

Condividi

Proseguono gli incontri culturali del festival Marciana Borgo d’Arte pensati per includere iniziative curate da associazioni e professionisti presenti sul territorio. Infatti, obiettivo del progetto è anche quello di creare una rete stabile e sinergica fra enti, associazioni e professionisti che da anni si occupano di promuovere le ricchezze, la storia e il patrimonio culturale, naturalistico, artistico e storico del territorio.

Il seguente incontro è a cura dell’associazione Pedalta.

Ingresso gratuito.

Il castagneto e le sue problematiche
Relatori: Alberto Maltoni e Ivo Poli
Martedì 20 agosto
Collegiata San Sebastiano
Marciana, ore 21.30

L’ Associazione Pedalta, nata a Marciana nel 2015 da un attivo gruppo di volontari, ha come scopo principale la tutela e la salvaguardia del territorio con una particolare attenzione ai castagneti. 

Durante gli ultimi anni l’associazione ha realizzato diverse attività concrete di prevenzione e a sostegno dell’ambiente, fra cui ambiziosi progetti di recupero dei nostri castagneti tramite la lotta biologica integrata nei confronti del cinipide, e costanti interventi di pulizia e manutenzione di molti caprili e sentieri nel territorio marcianese.

Questa serata nasce con lo scopo di divulgare le corrette informazioni sulla cura del castagno, sui progetti conclusi e quelli in corso, e sulle relative problematiche.

L’ associazione ha collaborato attivamente alla realizzazione della seconda edizione del festival Marciana Borgo d’Arte, che ha come tema l’arte e la natura. Pedalta ha infatti fornito i polloni di castagno per la realizzazione delle due installazioni che permangono nel piazzale della fortezza a Marciana (“La porta del mare e del cielo” di Marcello Chiarenza e Tonino Negri e “Urban Jungle” di Sedicente Moradi), e ha collaborato a “sentieri sonori”, il nuovo format dedicato a concerti immersi nei boschi, pensati per sensibilizzare il pubblico alla riscoperta di luoghi e tradizioni del patrimonio culturale elbano.

La “cultura del bosco” e la conoscenza delle radici isolane sono infatti pietre miliari e elementi indispensabili di partenza per un percorso virtuoso che ha come obiettivo la tutela del territorio e del nostro eco-sistema.

Collaborazioni come questa, come quella con il Parco Nazionale Arcipelago Toscano e Legambiente, con un festival d’arte contemporanea, sono oggi sempre più importanti e preziose a sostegno di un’iniziativa che ha la volontà di rendere l’arte contemporanea mezzo per promuovere la conoscenza, comunicare tematiche eterogenee per la salvaguardia del nostro patrimonio e sostenere concretamente attività e volontari che lavorarono costantemente per valorizzare riscoprire nostri antichi luoghi. 

Indietro martedì 20 agosto 2019 @ 10:03 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus