A Capoliveri i fondali marini luminescenti di Barbara Ghisi

La mostra inaugura domenica 1 settembre dalle ore 18.30. Aperta tutti i giorni dalle 10 alle 12 e dalle 18 alle 23.30 fino a sabato 7 settembre compreso.

Capoliveri

Condividi

L’artista mantovana di Poggio Rusco, Barbara Ghisi, è espressione dinamica di pittura, scultura, e installazioni. Diplomata all’Accademia di Belle Arti di Bologna nel 1993, ad oggi è anche organizzatrice di eventi e critica d’arte. Sceglie una scenografia non casuale per la sua Personale di pittura: lo Spazio d’Arte nel Borgo degli Artisti adiacente il Museo del mare di Capoliveri. Guarda caso sull’isola d’Elba.

E Perché? Perché i suoi dipinti osannano l’amore per il mare, con la sua potenza emotiva e le sue fragili trasparenze. E tra realismo e astrattismo l’artista mette in mostra il proprio stile, con un susseguirsi di idee e creatività. Nelle sue opere realtà e immaginazione si intrecciano creando toccanti e potenti composizioni dell’anima. La scelta di rappresentare fondali marini o mondi sommersi è emblematica. Che cosa c’è da ammirare? “Aqua Lumen”. Il mare nei suoi diversi arcobaleni e nei suoi affascinanti misteri tra profondità e bioluminescenze sottomarine.

L’artista, oltre alla raffigurazione realizzata con colori ad olio e malte su tela, si affida a tecniche speciali che fanno emergere le opere al buio tramite polveri fluorescenti.

La mostra inaugura domenica 1 settembre dalle ore 18.30. Aperta tutti i giorni dalle 10 alle 12 e dalle 18 alle 23.30 fino a sabato 7 settembre compreso.

Indietro lunedì 26 agosto 2019 @ 15:00 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus