Quinta giornata per il Festival Elba Isola Musicale D'Europa

Domenica 1° settembre la chiesa dei Santi Giacomo e Quirico di Rio Nell'Elba ospita un concerto con musiche di Beethoven, Bartók e Schönberg.

Festival

Condividi

Quinta giornata per il Festival “Elba Isola Musicale d’Europa”. Domenica 1° settembre alle 21.15 la Chiesa dei Santi Giacomo e Quirico di Rio nell’Elba ospita un concerto che vede protagonisti sette musicisti: David Grimal, Aki Saulière e Pablo Hernàn Benedí (violini), Béatrice Muthelet e Vitalij Astakhov (viole), Vashti Hunter e Raphael Bell (violoncelli). Il programma, che spazia dall’Ottocento al Novecento, presenta tre pezzi di musica da camera, due dei quali di non frequentissimo ascolto, come la Sonata per violino solo di Bartók e Notte trasfigurata di Schönberg.

Il concerto si apre con il Trio per archi op. 9 n. 1 di Beethoven, il primo di un gruppo di tre, scritti nel 1797. Si tratta di un vero e proprio capolavoro, in cui il compositore si avvicina all’ideazione della Prima Sinfonia. Il brano si segnala per il bel movimento Adagio, simile a una ninnananna, e per il travolgente Finale, nel tempo prestissimo di moto perpetuo.

Si prosegue con la Sonata per violino solo Sz. 117 di Bartók, scritta nel 1944 nell’esilio americano. Fu composta su commissione del famoso violinista Yehudi Menuhin e sulla scorta di Bach, tanto che vi troviamo sia la Ciaccona che addirittura una Fuga, il tutto però caratterizzato dalle intonazioni e dai ritmi autentici ungheresi.

Il concerto si conclude con Notte trasfigurata (Verklärte Nacht) per sestetto d’archi op. 4, un’opera in cui il giovane Arnod Schönberg dimostra tutta la sua sensibilità umana e la straordinaria espressività. Si tratta di un poema sinfonico scritto nel 1899 quando il suo autore aveva solo 25 anni, sul testo di un’omonima poesia di Richard Dehmel. Narra la vicenda, avvenuta in una notte al chiaro di luna, di una donna che confessa al suo uomo di portare in grembo un figlio non suo, e ne riceve conforto. È considerato il primo lavoro significativo del compositore viennese, distante anni luce dalla successiva metamorfosi dodecafonica, e si caratterizza per alcune arditezze armoniche innestate su un linguaggio ancora legato a Wagner e a Brahms.

Biglietteria e informazioni:
Portoferraio INFO POINT Calata Depositi (Gattaia)
DA LUNEDÌ 19 AGOSTO A LUNEDÌ 9 SETTEMBRE
10.00/12.30 e 17.00/19.00 dal lunedì al sabato
domenica 8 e lunedì 9 settembre: 10.00/12.30
e-mail : info@elba-music.it
Tel. +39 392 381 54 00

Indietro domenica 1 settembre 2019 @ 11:21 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus