Il Comune di Rio risponde al Gruppo Consiliare Terra Nostra sul "Taccuino" di Rio

Di Comune di Rio

Rio

Condividi

Cosa si può fare con otto mila euro per valorizzare turisticamente un paese? Questa è la domanda che si è posta-dando anche dei consigli-il gruppo consialiare di minoranza di Rio, Terra Nostra, che contesta il "Taccuino", definendolo un lavoro praticamente inutile.

Il taccuino-come spega-l 'assessore alla cultura Cinzia Battaglia è un lavoro importante volto alla destagionalizzazione del turismo del territorio di Rio.

Infatti, l'artista definito sconosciuto-sempre da terra nostra, evidentemente in deficit di conoscenza culturale del settore-si chiama Andrea Ambrogio ed è illustratore di fama internazionale, il quale, in autunno e primavera realizzerà dei lavori attraverso acquerelli che sapranno cogliere la diversità della natura, ambienti e paesaggi propri di Rio, sapendoli restituire in una sequenza artistica di crescente suggestione che sapranno rappresentare al meglio il nostro territorio in quella che turisticamente viene definita "bassa stagione".

Sebbene quando si parla di arte le valutazioni economiche assumono sempre un valore relativo, si fa notare inoltre al gruppo consiliare Terra Nostra, che parliamo di ben 64 tavole, dunque si facciano le dovute proporzioni.

Il taccuino, dunque, attraverso gli acquerelli susciterà la voglia nel viaggiatore di visitare
le bellezze di Rio illustrando tutto quello che si può visitare.

Comune di Rio 

Indietro venerdì 27 settembre 2019 @ 12:28 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus